Allenamento Fitness

Tutto ciò che riguarda il Fitness lo sport l'allenamento e l'alimentazione

Archivio per ‘Allenamento Tonificazione Muscolare’ Categoria

 

 

Ti piacerebbe avere le conoscenze di un personal trainer con più di 15 anni d’esperienza…?

Ti piacerebbe sapere cosa, quando e come fare per dimagrire, tonificarti, migliorare la flessibilità dei tuoi muscoli, ottimizzare il tuo respiro e avere “più fiato”…?

Ti piacerebbe riuscire a gestire la tua alimentazione come un professionista per raggiungere alla “velocità della luce” i tuoi obiettivi in ambito di dimagrimento e aumento del tono muscolare…?

E soprattutto…, ti piacerebbe apprendere tutte queste competenze in soli 4 giorni…., senza sprecare tempo e denaro..? Senza passare una vita sui libri come ho fatto io…? 🙂 🙂

Se la risposta è “si” oggi sei “finito” proprio nel posto giusto!! Perchè oggi ti parlerò dell’unico corso in Italia che ti permetterà di prendere le redini della tua alimentazione e del tuo allenamento e di imparare un infallibile metodo sperimentato sul campo!

Ti voglio presentare “CreAttività Sempre Fitness!!“, il mio corso intensivo di 4 giorni in cui insegno il mio metodo per diventare il “personal trainer di te stesso” per capire cosa fare, come farlo e soprattutto il perchè farlo!

Ti insegnerò tutti i concetti “chiave” dell’alllenamento per il dimagrimento, la tonificazione, il miglioramento dell’attività cardiovascolare, la flessibilità muscolare e articolare e tutte gli altri “fondamentali” per mantenere il tuo corpo sano, magro, flessibile e tonico per TUTTA LA VITA! 🙂

Il corso si sviluppa in 4 giorni consecutivi presso il mio Studio di Parma ed è sia pratico che teorico (50% pratica – 50% teoria). Il corso è a numero chiuso (max 10 partecipanti) per personalizzare al massimo i contenuti e dedicare tutto il tempo necessario per sviscerare ogni argomento e ogni attività pratica.

Ho “ingegnerizzato” il corso per dire finalmente addio a palestre, dietisti, personal trainers, integratori alimentari e attrrezzi “miracolosi”….. 🙂

Potrei tenerti qui ore per spiegarti di quanto sia efficace il mio metodo…, ma credo che nessuno se non chi vi ha già partecipato potrebbe spiegarti meglio in cosa consite! 🙂 Eccoti di seguito alcune testimonianze! 🙂

 

Rossana Manfredini

 

“Avendo perso da un po’ di tempo la forma fisica e cercando qualche idea nel web, mi sono imbattuta sul sito di Marco che mi ha subito incuriosita. Credendo nelle sue proposte, fidandomi del mio intuito, ho partecipato al corso “CreAttività Sempre Fitness” a scatola chiusa, senza conoscerlo e devo dire che le aspettative sono state ampiamente ripagate. Marco innanzitutto è un professionista serio e preparato, ma è anche una persona semplice e simpatica. Abbiamo passato 4 giorni insieme veramente intensi ma divertenti, affrontando argomenti che vanno dalla salute, all’alimentazione, oltre naturalmente al benessere psico-fisica e a come poterlo mettere in pratica concretamente nella propria vita. Il lavoro che lui fa anche all’interno del gruppo è sempre personalizzato, per cui mi sento di consigliarlo vivamente a tutti, dal neofita che vuole rimettersi in forma, alla persona più esperta che vuole mettere a fuoco alcuni aspetti del suo allenamento.”

 

Viviano Ginexi

 

CreAttività Sempre Fitness” è un ottimo motivo/stimolo per prendere coscienza e consapevolezza del proprio corpo. Sono stati 4 giorni con il giusto mix tra teoria e esercizi pratici. Abbiamo toccato argomenti come : teoria dell’allenamento, i metabolismi energetici, come allenarsi, l’apparato cardiocircolatorio, manutenzione e tonificazione, lo stretching “ questo sconosciuto per molti”, e ovviamente l’importanza della “corretta alimentazione” in regime bilanciato. Ho trovato davvero “appagante” le esercitazioni all’aria aperta, che mi hanno fatto capire come gestire e ascoltare il mio corpo, come impostare il mio programma di tonificazione/dimagrimento, come sfruttare la respirazione mediante il diaframma. Sono stati 4 giorni di “Pulizia Motoria”: Molte delle mie ”credenze” sono state smontate e sostituite con quelle “corrette”. Troppo spesso affidiamo la cura del nostro corpo a messaggi pubblicitari errati; impariamo a prenderci cura del nostro fisico”.

 

CreAttività è il corso che ti trasformerà in un “Master Chef in allenamento” e potrai dire addio a palestre, allenatori, dietologi. Sarai tu il solo allenatore e nutrizionista di te stesso! 🙂

Ora non voglio dilungarmi troppo anche perchè se non sei pronto per affrontare un cammino di indipendenza e consapevolezza come questo…, ogni parola diventa inutile… Se invece sei interessato…, clicca qui per saperne di più! 😉

Per oggi è tutto, ciao a presto al prossimo post! 🙂

P.s.: la prossima edizione del corso sarà dal 14 al 17 di Maggio 2015 e ci sono ancora solo 2 posti liberi…. 😉

 

Una delle richieste più “calde” che mi vengono fatte dalle mie clienti è la tonificazione delle braccia o più precisamente della parte posteriore quella che, per intenderci, se ipotonica, “sballonzola” come una bandierina quando metti il sale nell’insalata…. 🙂 🙂 .  L’effetto “bandierina” è dovuto dall’eccesso di grasso subcutaneo, dall’ipotonia muscolare del muscolo tricipite, dal rilassamento cutaneo e dal ristagno di liquidi, tutti “effetti collaterali” della sedentarietà e di una cattiva alimentazione.

Per ovviare a questo fastidioso inestetismo esistono differenti modi che possono essere “raggruppati” in questi 3 “macro punti”.

1) Alimentazione controllata, moderatamente ipocalorica per ridurre il grasso in eccesso e costruita per ridurre al minimo l’acqua in eccesso (ritenzione idrica).

2) Tonificazione muscolare tramite esercizi multiarticolari come  i piegamenti sulle braccia o le distensioni con gli elastici.

 

Piegamenti sulle braccia

Distensioni con elastico

3) Tonificazione muscolare tramite esercizi monoarticolari per i tricipiti come le estensioni dei gomiti sopra la testa.

 

Estensioni gomiti sopra la testa

 

Questo per quanto riguarda il lavoro specifico per il tono muscolare dei muscoli tricipiti. Se la massa grassa in eccesso è il principale motivo del “tricipite che balla” allora l’allenamento dovrà contemplare anche un lavoro cosiddetto “cardiovascolare” per ottimizzare il consumo calorico e l’utilizzo del grasso di deposito sub cutaneo come “combustibile”.

L’attività da preferire in questo caso dovrebbe essere il nuoto a “stile libero” per favorire l’eliminazione dell’acqua in eccesso e, allo stesso tempo, tonificare i tricipiti.

 

 

Nuoto a “stile libero”

In ogni caso, se il tricipite “sballonzola” è probabile che anche il resto del corpo “non se la cavi meglio”… :-), quindi ti consiglio di fare sempre un lavoro “total body” che miri alla tonificazione di tutto il corpo, tricipiti compresi. 😉

Per oggi è tutto, se vuoi approfondire l’argomento lascia un commento, sarò felice di risponderti! 🙂 😀

P.s.: ti piacerebbe seguire un programma alimentare e d’allenamento specifico per tonificare le braccia..? Tranquilla.., sto lavorando proprio in questo momento ad un video corso fatto “ad hoc”… 😉

glutei bumbum

 

Un recente servizio della trasmissione “Le Iene” ha portato l’attenzione del pubblico femminile su un fenomeno Brasiliano che, considerate le richieste che mi stanno arrivando tramite il blog, potrebbe “attecchire” anche in Italia! Ti sto parlando dei “Glutei BumBum”, come li chiamano i brasiliani 🙂 .

I glutei “alla brasiliana” sono sempre stati un punto di riferimento nell’immaginario femminile e maschile, sinonimo di glutei tondi, alti e sodi. Il nuovo “trend” dei glutei cosiddetti “BumBum” sposta però questi punti. L’ideale di “lato b” per un brasiliano ha queste caratteristiche:

1. Deve essere voluminoso

2. Non deve essere per forza sodo e muscoloso

3. Una percentuale di massa grassa alta (rispetto a ciò che riteniamo, nella nostra cultura, due glutei “fatti bene”)

4. Non importa un granchè che sia privo o meno di cellulite

5. Spesso cela il “trucco”. Tramite la chirugia plastica vengono introdotte, per creare “volume” protesi al silicone, come accade comunemente per il seno.

Come sempre, quando si entra nell’ambito della soggettività e del “gusto”, so che anche in Italia ci saranno sostenitori di questo “tipo” di “lato b” e altrettanti “detrattori”… I gusti, si sa.., non si discutono…

Quello sul quale vorrei che tu riflettessi è il principio dell’estetica che, a mio parere, deve essere SEMPRE subalterna alla funzionalità…. Spesso faccio l’esempio degli atleti e in questo caso specifico delle atlete. Un’atleta si allena quotidianamente per migliorare la propria performance, non fà “una” azione finalizzata ad avere un “lato b” da urlo ma, senza volerlo, ottiene come “effetto collaterale” anche un fondoschiena invidiabile…. Qui sotto un esempio reale del “mio principio”. Nelle immagini è ritratta Michelle Jenneke, ostacolista Australiana. 🙂 🙂

 

 

Detto questo è ovvio che il mio soggettivo gusto mi porti a preferire glutei sodi e muscolosi in quanto so che lavoro occorre fare per ottenerli e che, più che il risultato, mi interessa il cammino che bisogna percorrere per arrivarci… Mi interessa “il viaggio” non “la meta”…. 🙂 . La condizione di salute, vitalità, performace, lucidità mentale di una donna che si allena e si alimenta correttamente è “anni luce” distante rispetto a chi cerca “scorciatoie”…..  Alla fine…, è importante ciò che “sta intorno” ai glutei…, non i glutei di per sè…. 😉 .

Se mi segui da tempo sai che “le scorciatoie” non mi sono mai piaciute e mai mi piaceranno….. 🙂 . Tutte le cose importanti, meravigliose, gratificanti e piacevoli che si possono ottenere nella vita sono frutto di impegno, determinazione e costanza …. Vuoi due glutei sodi, alti e “tondi”…..? Ci sono solo tre strade che puoi percorrere…, a te la scelta…. :-).

Strada numero 1

ALLENAMENTO

Strada numero 2

ALLENAMENTO

Strada numero 3

ALLENAMENTO

Niente scuse, niente scorciatoie, niente “se” e niente “ma…. 🙂

E tu cosa ne pensi….?  Lascia un commento, sarò felice di risponderti! 😉

Ciao a presto al prossimo post! 🙂

P.s.: vuoi scoprire tutti i miei segreti sulla tonificazione dei glutei…? Qui troverai tutte le risposte! 😉

 

Oggi voglio parlarti di dimagrimento per dare risposta ad Emilio, un lettore del blog che mi ha recentemente fatto questa domanda:

“Ciao Marco, ho letto in giro sul net riguardo la nuova scuola di pensiero “Interval Training” che produrrebbe in 30 minuti di allenamento quello che invece si otterrebbe con 1,30 ore di corsa a bassa intensità (soglia lipolitica) in termini di consumo grassi maggiori con meno sforzo e tempo. Che ne pensi?”

In effetti ho notato anche io che gli allenamenti da 30 minuti (che io faccio “subire” ai miei clienti 😀 già da anni…. 😀 :-D) stanno prendendo “piede” e non posso essere che felice in quanto sono assolutamente efficaci. E’ opportuno però fare alcune considerazioni.

Considerazione numero 1

Gli allenamenti ad alta intensità NON SONO lipolitici! Questa affermazione potrebbe essere fraintesa e quindi occorre spiegarla meglio. Devi sapere che per metabolizzare una molecola di grasso occorre 4 volte la quantità di ossigeno che occorre per ossidare una molecola di zucchero…. Questo significa che quando l’intenistà è alta (come nell’interval training) il consumo d’ossigeno è alto e quindi i grassi non si possono ossidare…..

Questo è il motivo per il quale si consiglia sempre il famosissimo “lavoro aerobico” per dimagrire…., che si traduce in ciò che ha accennato Emilio (attività superiore ad un ora e 30 minuti a bassa intensità). Ora è probabile che tu ti stia chiedendo…: Quindi….? Perchè affermi che l’interval training è un ottimo allenamento per dimagrire…??!?!?! 🙂 La risposta è molto semplice…. Ricordati SEMPRE che il dimagrimento si induce soprattutto con un deficit calorico, quindi se in 30 minuti fatti “alla morte” consumo un quantitativo di calorie paritetico ad 1 ora e 30 minuti fatti in modo blando…, alla fine della giornata avrò creato il medesimo deficit che mi permette di innescare il processo di dimagrimento…. Svelato “l’arcano”…. In aggiunta un allenamento stile “I.T.” stimola maggiormente l’aumento del tono muscolare e quindi un relativo aumento del metabolismo basale…, in questo modo si prendono  “due piccioni con una fava”….. 😉

Considerazione numero 2

Gli allenamenti cosiddetti “interval training” sono molto intensi, molto faticosi e spesso composti da esercizi che comportano un ottimale controllo corporeo e contemplano esercizi ad “alto impatto” (salti, saltelli ecc.). Questi aspetti non li rendono adatti a coloro che sono fuori forma fisica da tempo o che hanno tanto sovrappeso da perdere. Questo tipo di allenamento viene fatto a “corpo libero”, ma quando il sovrappeso si aggira intorno ai + 20, + 30 kg….., anche il “solo” peso corporeo diventa insostenibile ed eccessivo.

Considerazione numero 3

Se, a livello di consumo calorico, un’attività blanda da 1 ora e 30 minuti è paragonabile ad una attività molto intensa da 30 minuti…, ciò che accade al cuore e a tutto il sistema circolatorio…, non è assolutamente uguale…. Infatti nel’ I.T. c’è un aumento pressorio, della gittata e della frequenza cardiaca decisamente più alta…. Questa “caratteristica” rende questi allenamenti non idonei agli ipertesi (chi è in sovrappeso è spesso iperteso), oltre a creare, nel lungo periodo, degli adattamenti del miocardio diversi rispetto all’attività cardiovascolare blanda e protratta nel tempo.

E’ per questo ed altri motivi che nei miei programmi d’allenamento mirati al dimagrimento inserisco sempre sia allenamenti “cardio” che allenamenti “interval a circuito”….. 😉

Quando spiego questo principio al mio corso INTELLIGENZA MOTORIA noto sempre espressioni stupite e riflessive stampate sulle facce dei corsisti! Espressioni che “dicono”: cavoli…, averlo saputo prima, non avrei sprecato tutto quel tempo negli allenamenti….” . 🙂 😉

Per oggi è tutto, ciao a presto, buon allenamento e…, se vuoi approfondire l’argomento, lascia un commento sarò felice di risponderti. 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa settimana ho “lanciato” un sondaggio sulla pagina Facebook di allenamentofitness.com per vedere se l’ideale estetico femminile è cambiato negli ultimi anni, spostandosi verso un corpo più tonico e muscolarmente definito rispetto al passato. A confronto c’erano due indiscusse bellezze. La modella “A” con un fisico atletico, muscoloso e molto definito, frutto di tanta costanza negli allenamenti. La modella “B”, invece, è la classica ragazza “bella di natura” che di allenamento ne fa sicuramente meno o niente (tu ti chiederai come faccio a capirlo…. 🙂 , e io ti rispondo che è questione di “occhio clinico”… 😉 ).

Nel sondaggio ho chiesto, sia a uomini che a donne, quale “fisicità” fosse la preferita e oggi voglio fare alcune considerazioni sulle preferenze espresse.

Partiamo dai numeri……

Su 36 preferenze espresse la modella “A” ha ricevuto 20 gradimenti e la modella “B” 16……

Guardando esclusivamente i numeri certamente la modella “A” ha vinto il confronto e quindi il “trend” è confermato…

Sia a uomini che donne il “prototipo” di corpo tonico e definito è più gradito… 🙂 , anche se la “vittoria” non è assolutamente “schiacciante”…, anzi…, il “contest” è decisamente in equilibrio…..

Leggendo anche i commenti (che puoi trovare qui), si percepisce che molto probabilmente una modella “via di mezzo” farebbe contenti tutti/e….. 🙂 . Come spesso accade in diversi aspetti della vita… “la verità sta nel mezzo”…. 🙂 .

Infatti un corpo magro e ipotonico non piace a nessuno e un corpo femminile molto muscoloso suscita disapprovazione dalla maggior parte delle persone… Ovvio che, quando si entra nel “gusto soggettivo”…, tutto e “il contrario di tutto” può risultare più o meno piacevole…..

Sicuramente posso, senza “sondare” sui lettori della mia pagina FB, affermare che i due estremi qui sotto “NON piacciano” alla maggior parte di donne e uomini….

 

Il corpo della modella “muscolosa” è frutto di decine di ore di allenamento settimanale per anni e un controllo alimentare in termini quantitativi e qualitativi molto scrupoloso.

Il corpo della modella “magra” è frutto sicuramente di molte restrizioni alimentari (mangiare poco e “male” senza garantire all’organismo la giusta quantità di macro e micronutrienti) e poco o nullo allenamento…..

Come fare allora per raggiungere la giusta via di mezzo….?!?!!?  Occorre allenarsi con costanza (almeno 4 volte alla settimana) e alimentarsi a sufficienza per garantire all’organismo tutto ciò del quale ha bisogno per essere tonico e in salute…  Certo…, “scriverlo” e “leggerlo” è facile…, metterlo in pratica risulta più difficile…., motivo per il quale la mia metodologia di lavoro è basata su quella che io definisco “LA TRIADE DEL SUCCESSO”.

1 Allenamento

2 Alimentazione

3 Allenamento Mentale

Tutti questi 3 “fattori” hanno un’importanza cruciale nell’ottenimento di risultati straordinari in ambito di fitness e salute…, tascura solo uno di questi e andrai incontro a “cocenti fallimenti” e delusioni….

In più di 15 anni di carriera ho potuto parlare con centinaia di persone e in maniera “matematica” ho sempre notato nei loro fallimenti questi errori ricorrenti:

a) Mancanza di cultura alimentare, la maggior parte delle persone che non ottiene risultati pensa di sapersi alimentare bene, ma in realtà così non è…

b) Mancanza delle nozioni di base che servono per arrivare al “livello minimo di stimolazione” necessario per innescare tutti i meccanismi biochimici che stanno alla base del miglioramento quando si allenano.

c) Armate di “buoni propositi” ed in possesso di tutte le informazioni necessarie su alimentazione e allenamento falliscono miseramente in quanto si fanno vincere dai meccanismi mentali di auto sabotaggio che impediscono loro di essere costanti…

Ora, se anche tu stai tristemente annuendo a queste mie considerazioni…, per te è arrivato il momento di buone notizie perchè ti sto rivelando in anteprima una nuova opportunità!

Da quasi un anno sto lavorando su un nuovo progetto basato sulla TRIADE DEL SUCCESSO e dedicato all’universo femminile. Il progetto si chiama “Bella e in forma in 30 minuti” e tratterà di DIMAGRIMENTO, TONIFICAZIONE e RECUPERO POST PARTO! Il progetto è arrivato al 90% e sarà pronto sicuramente prima che arrivi la primavera…… 😉 Giusto per festeggiarla come si deve… :-). In anteprima ti svelo il logo del nuovo sito che sarà presto online 😉 . Come puoi facilmente intuire….., tutti gli allenamenti proposti avranno una durata massima di 30 minuti… Il segreto sta nell’allenarsi poco ma “bene” con la giusta intensità ;-).

Bella e in Forma in 30 Minuti

Per oggi è tutto, se vuoi approfondire l’argomento, lascia un commento 😉 Ciao a presto

P.s.: vuoi scoprire strategie efficaci per il tuo dimagrimento e la tonificazione muscolare..? Vuoi scoprire i miei “trucchi del mestiere” per ottenere la famosa giusta “via di mezzo” ..? Allora devi essere assolutamente presente al mio corso dal vivo INTELLIGENZA MOTORIA….. 😉 🙂

allenamento e terza età

 

Oggi “surfando” sulle notifiche di Facebook sono incappato in una condivisione di Marco Neri, un affezionato lettore del blog e partecipante ai miei corsi dal vivo “Creattività Sempre Fitness!” e “Intelligenza Motoria“. Marco mi ha segnalato un articolo che riguarda un argomento che mi sta a cuore: fitness e anzianità!

Mi capita spesso di parlare con persone che hanno superato la fatidica soglia degli “anta” e alcune di loro iniziano ad “attaccarsi” alla scusa degli anni che passano, per oziare ed evitare di prendersi la responsabilità della propria salute fisica e mentale. Le “decadi” che passano non fanno altro che aumentare questa propensione alla “resa”…. 🙂 . Così a 40 anni magari non si ha più l’età di imparare ad usare lo Snowboard o a pattinare  (sempre che interessi 🙂 ), a 50 non si può più imparare a ballare a 60 non si può più dimagrire o avere un corpo tonico e così più passano gli anni e più alcune persone si autolimitano…

Come dico sempre ai miei corsi, l’anzianità è un atteggiamento…. e se ti atteggi da anziano agirai anche da anziano e quindi agirai sempre meno…  Sono le azioni di una persona che rendono la sua vita più o meno straordinaria..

Occorre ricordarsi sempre che “la funzione giustifica l’organo” e che meno stimoli il tuo corpo a rimanere attivo/vivo più invecchierà velocemente…. Pensa per esempio alla “sindrome del pensionato”…. Ti sarà capitato sicuramente di vedere parenti più o meno stretti, amici o semplici conoscenti molto “in gamba”, riempirsi di “acciacchi” ed ammalarsi poco dopo essere andati in pensione….

Sai perchè accade questo..? Non certo per colpa degli “anni che passano”…. Quando queste persone “vanno in pensione”, cambiano radicalmente le loro abitudini, si muovono meno, non mantengono “allenato” il loro corpo, la loro mente e il loro spirito…, non hanno obiettivi… e inesorabilmente il processo d’invecchiamento subisce una brusca accelerazione….

In pochi si rendono conto che “l’età della pensione” è uno dei momenti in cui ci si può maggiormente prendere cura del proprio corpo. Si ha tantissimo tempo a disposizione per allenarsi… 🙂 Seguo personalmente clienti “pensionati” che si allenano più di me… 😀 😀 😀

Dai un motivo al tuo corpo di rimanere “in vita” e lui ti ripagherà con un migliore livello di salute.

Devi sapere che nulla ti è precluso con gli “anni che passano”, puoi ottenere fantastici livelli di tono muscolare, dimagrire come mai fatto prima durante gli anni della giovinezza e della “maturità”…. Esistono infiniti casi di persone che iniziano a fare attività motoria dopo essere andati in pensione e ottengono ottimi risultati in termini di salute e miglioramento della qualità della vita.. Esistono anche persone che si “spingono oltre” e fanno cose strabilianti…

Ecco di seguito alcune foto tratte dall’articolo oggetto di questo mio post… 🙂

 

Lloyd Kahn ha iniziato ad andare in Skateboard a 65 anni, ora ne ha 79 e continua a farlo… 😀

Yvonne Dole, 89 anni ancora pattina…

A 88 anni Johanna Quaas, ginnasta,  ha iniziato ad allenarsi a 56.

Credo che queste foto “parlino da sole”….. 😉 🙂 .

Ora, prima di salutarti, è doveroso fare una considerazione… Gli esempi riportati in questo articolo sono ovviamente rarità e delle persone straordinarie… Conosco giovani ragazzi che non sarebbero in grado di fare queste cose nemmeno a 20 anni…., figuriamoci a 70 o 80…. :-D…. Il messaggio che voglio che passi è che se dai “un motivo” al tuo corpo di continuare ad essere giovane…, lui rimmarrà giovane……, molto semplice… 🙂 , viceversa, invecchierà prima del tempo….

Ciao, a presto, al prossimo aggiornamento! 🙂

Vuoi approfondire l’argomento..? Lascia un commento, sarò felice di risponderti 😉 !

P.s.: vuoi migliorare la tua consapevolezza in ambito di dimagrimento e tonificazione e su quali sono i reali limiti del tuo corpo? Oggi riaprono le iscrizioni ad INTELLIGENZA MOTORIA, il mio corso dal vivo per scoprire finalmente tutto quello che abitualmente ti viene nascosto!! 😉

 

Se il tuo obiettivo è migliorare il tono muscolare, in questo articolo ti parlerò di un aspetto di fondamentale importanza! Hai mai sentito parlare di “livello minimo di stimolazione muscolare”…? Il livello minimo di stimolazione muscolare è quella “soglia” che devi raggiungere per stimolare i tuoi muscoli affinché aumenti il loro tono.

Devi sapere che la maggior parte delle persone che falliscono nel tentativo di tonificare i propri muscoli sbagliano proprio ignorando questo fattore.. Non hai idea di quante persone sprechino tempo, soldi ed energie alla ricerca del miglioramento del tono muscolare allenandosi in modo approssimativo ed insufficiente.

Ricorda sempre questo basilare principio: se vuoi che il tuo corpo cambi, gli devi dare un valido motivo per farlo….. Alla fine è un concetto semplice.. Vuoi che il tuo corpo cambi? Allora devi uscire dalla tua area di comfort motoria…, dai ai tuoi muscoli un livello di stimolazione al quale sono abituati e non accadrà nulla!

E’ per questo motivo che sprono sempre i miei clienti a raggiungere  il livello minimo di stimolazione muscolare durante ogni allenamento ed ogni esercizio. Il livello minimo di stimolazione muscolare è difficile da spiegare, lo è meno da provare, da sperimentare durante l’allenamento.

Dato che non posso “saltare fuori dal monitor” e fartelo provare sulla tua pelle 🙂 voglio darti alcuni dettagli che ti permetteranno di capire se lo hai mai raggiunto o meno.

Ecco una serie di “cose” che accadono quando raggiungi il livello minimo di stimolazione muscolare.

  1. La velocità d’esecuzione dell’esercizio diminuisce in maniera marcata.
  2. I muscoli diventano doloranti e ogni ripetizione ulteriore aumenta il fastidio provato.
  3. I movimenti diventano meno fluidi e la capacità di coordinare i movimenti viene meno.
  4. Se stai allenando grandi masse muscolari, come i muscoli delle cosce, percepirai anche un aumento della frequenza cardiaca e respiratoria.

In estrema sintesi proverai tutti i “sintomi” della FATICA! Durante i tuoi allenamenti dovrai cercare la fatica, dovrai andare “contro natura” e spingerti oltre l’istinto di preservazione della specie che ti porta a cercare soluzioni di comodo…

Ogni volta che schiverai la fatica…, ti allontanerai dal miglioramento del tuo tono muscolare, è inevitabile…

E’ proprio la fatica che innesca tutti i meccanismi biochimici che permettono al tuo organismo di diventare migliore, in questo caso più tonico…

E’ su questo che si basa il principio di supercompensazione! Tu proponi qualcosa di nuovo e sufficientemente intenso (livello minimo di stimolazione muscolare) al tuo corpo e nei giorni successivi tutto l’organismo compenserà la fatica fatta, per poi supercompensare ed evitare così di provare la stessa fatica l’allenamento successivo… Alla fine…, è un principio semplice! 😉

Ricordati che quando si tratta di allenamento la FATICA è tua AMICA….., che ti piaccia o meno…. 😉 .

Per oggi è tutto, ciao al prossimo articolo 🙂

Quando si parla di allenamento si pensa subito a muscoli caldi, cuori che battono a “perdifiato” e fiumi di sudore! Certo sono pensieri leciti e coerenti, ma non ci si ferma mai a pensare che prima di “mettersi in movimento” è fondamentale avere la CONSAPEVOLEZZA di ciò che si sta facendo, avere un PROGETTO chiaro da portare avanti, per raggiungere con CERTEZZA i propri obiettivi in ambito fisico. Insomma, bisogna educare il cervello prima di “mettersi in moto”.., altrimenti il rischio di fallimento è veramente MOLTO ALTO!

Ecco, proprio di CONSAPEVOLEZZA e di PROGETTI ho parlato al mio corso dal vivo INTELLIGENZA MOTORIA! 😀 Domenica scorsa si è conclusa la prima edizione e ti devo confidare che ci siamo divertiti un sacco!!! 😀 😀

In due giorni ho potuto trattare tutti gli argomenti “hot” del mondo del fitness e dell’allenamento, concentrandomi soprattutto sul dimagrimento e la tonificazione. Ho potuto smontare ogni dubbio e “falso mito” riguardante questi due macro argomenti della mia professione trattando di composizione corporea, il ruolo della genetica, metodiche d’allenamento per il dimagrimento, per la tonificazione, quali integratori possono essere utili, quali inutili, quali pericolosi… C’è stato spazio anche per l’elettrostimolazione, le pedane vibrati, le creme snellenti, le tute dimagranti, diete ultrarapide, metabolismi energetici….

Ecco cosa è “arrivato” di tutto ciò ad alcuni partecipanti!

Barbara Sepali

Barbara Sepali INTELLIGENZA MOTORIA

 

 

 

 

 

“Con il corso INTELLIGENZA MOTORIA  Marco è riuscito ad aprirmi un mondo…., un nuovo mondo! Marco è riuscito a sfatare tante convinzioni che le varie pubblicità provano a farti credere…., o meglio provavano a farmi credere.. 😀 .

La partecipazione al corso è stata indispensabile per capire veramente cosa fare per dimagrire e tonificare e sfatare tutti i “falsi miti”!

Ora ho capito quello che è giusto fare, ho capito che alcune cose che stavo facendo erano cose INUTILI, adatte solo a mettermi la coscienza a posto… “

 

Monica Pasello

Monica Pasello INTELLIGENZA MOTORIA

 

 

 

 

 

La cosa che mi sono portata a casa partecipando al corso INTELLIGENZA MOTORIA è che, sbagliando, ho sempre pensato che fosse sufficiente “fare movimento”. In realtà ogni obiettivo, che sia dimagrire, tonificare o altro, ha una sua precisa STRATEGIA per arrivare al successo.

Poi Marco ha sfatato veramente un sacco di “falsi miti” che credo siano nel pensiero comune della maggior parte delle persone.

Lo consiglierei a chi tiene alla propria salute, non ha tempo da “perdere” in attività, magari anche faticose ed intense, ma che non sono coerenti con il risultato che vuole ottenere.

Credo ci siano poche persone preparate come Marco e il suo approccio semplice ed esperienziale aiuterebbe chiunque a fare movimento senza che questo diventi un peso (parlo di persone, come me, MOLTO PIGRE E SEDENTARIE).

Ti ringrazio per l’impegno e la professionalità che metti nel tuo lavoro e per tutto quello che mi hai trasferito”

 

Laura Notari

LAURA NOTARI intelligenza motoria

 

 

 

 

 

 

 

 

“Ho conosciuto Marco grazie al caso; un modo come un altro di definire il web surfing.

Ci sentiamo, lo incontro, mi piace. E’ in grado di farti percepire la sua empatia. Persona dal piglio serio, ma anche scherzoso (sa metterti a tuo agio) e con un’indiscussa profonda conoscenza della sua materia.

Marco è un personal trainer o ancor meglio, un educatore motorio e per questo insegna le basi per far sì che l’attività motoria divenga una costante di vita, come svegliarsi, mangiare, dormire e muo-ver-si!

Inizio ad allenarmi con lui e dopo qualche lezione di Personal Training mi propone di partecipare ad un corso che terrà di lì a breve: “Intelligenza Motoria”.

Sabato si da “il via alle danze”, ambientazione curata, puntualità e cortesia contraddistinguono l’impegno di Marco e Cristina la sua affidabilissima assistente che si occupa di analisi della composizione corporea.

Il fulcro, “the main subject”, delle due giornate sono le verità sul dimagrimento, sulla tonificazione, lo sfatare i luoghi comuni, i falsi miti legati al “facilmente” di cui siamo spesso preda perché, diciamola tutta, a chi piace far fatica? A pochi eletti!!! Insomma un concentrato di tante nozioni che spesso si ‘crede’ di conoscere dalle infarinature fuorvianti forniteci dai Media.

Marco nella sua indiscussa disinvoltura colloquiale parla di  un concentrato di tante nozioni base, tante piccole perle di saggezza per dare un’idea di cosa si può fare con una buona CONSAPEVOLEZZA del proprio corpo; perle per capire come dimagrire a chi lo necessita e come allenare un fisico riuscendo a fare a meno, volendo, delle Palestre, considerando che comunque non vi si è mai veramente seguiti. Una metodologia per renderci autonomi.

Ha qualcosa di “diritto” Marco Caggiati, il suo stile di vita, il suo modus operandi, la tenuta delle spalle, la schiena verticale di chi ha resistito invece di piegarsi al sistema! Resta eretto e guarda avanti, al suo obiettivo: il benessere delle persone.

Cos’ha di bello? Che non tiene nulla per sé. Non come quei PT che ti dicono ‘fammi quest’esercizio’ e vigliacco se ti spiegano perché te lo stanno facendo fare, … timorosi che si possa a fare a meno di loro. Marco questo non lo fa di certo! Anzi, diffonde i “segreti del benessere” e nel contempo è in grado di accattivarsi chi il suo supporto lo vuole eccome!!

Ho indubbiamente imparato tanto. Tante nozioni che, malgrado il mio indiscusso interesse verso questa materia, non sono di facile reperibilità per un “non addetto ai lavori”, servirebbe tempo e letture e tanto web surfing… ma chi ha tempo al giorno d’oggi!!

Questi due giorni mi hanno permesso di capire come migliorare le mie performances, come tonificarmi, come dimagrire e le tempistiche per farlo in salute. Ha sfatato tanti miti ed ha creato un’unica serie di “miti” indiscussi: volontà, progettualità, costanza, gradualità, coerenza equilibrio e tanta tanta motivazione.

Ringrazio quindi Marco e Cristina per le bellissime giornate, e un applauso speciale a Marco che mi ha davvero soddisfatta con la sua esperienza e la sua dialettica.

Ciao alla prossima. Laura”

Da parte mia cosa posso aggiungere di altro…?!!?! 😀 Posso solo dirti che mi sono divertito tanto e ho dato anima e corpo per trasferire in modo semplice ed incisivo alcuni temi che ritengo DOGMI che ogni appassionato di allenamento e fitness dovrebbe conoscere…, quelle cose che andrebbero imparate a scuola ma che non vengono insegnate… 🙁 !

E dopo aver creato CONSAPEVOLEZZA…, dopo aver appreso COSA bisogna fare per raggiungere i propri ambiti risultati….., ora è arrivato il momento di passare all’AZIONE, è arrivato il momento di capire il COME con il corso FULL IMMERSION CreaAttività,  per imparare come allenarti, come prendere in mano i tuoi allenamenti, la tua alimentazione e diventare finalmente INDIPENDENTE prendendo possesso di tutte le nozioni pratiche su come gestire la programmazione dei tuoi work out! CreAttività è il modo per dire definitivamente addio a palestre, personal trainers, fantomatici attrezzi, diete assurde ed inutili integratori alimentari!

Per concludere, ho da porti una domanda:

Ma non sei stanco di dannarti per raggiungere i tuoi obiettivi e trovarti sempre al “PUNTO DI PARTENZA”?!?!??!?!!

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi..? 😉

Ciao al prossimo articolo!

Scopri di più sul mio corso CreAttività cliccando qui! 😉

 

L’industria del Fitness e dell’allenamento è sempre alla ricerca di invenzioni e trovate per accaparrarsi l’interesse degli operatori del settore e dei clienti finali.

Ogni anno vengono lanciate “novità” che, almeno sulla carta, rivoluzioneranno il modo di allenarsi. Oggi voglio parlarti proprio di una di queste novita’: il Miha Bodytec.

Si tratta di un elettrostimolatore fatto “a tuta” o meglio di un corpetto “elettrificato”, quattro fasce da posizionare su cosce e braccia e una più grande da mettere sui glutei. La “tuta” che vedi nell’immagine è semplicemente una maglietta e un paio di pantaloncini che si indossano per motivi igienici.

Qualche settimana fa mi è arrivata una mail da parte dell’importatore italiano (il brevetto è tedesco) del Miha Bodytec per presentarmi il prodotto.

Devi sapere che l’elettrostimolazione è una delle mie “specializzazioni”, o meglio lo era, in quanto non la utilizzo più da anni. Ho scritto la mia “tesina” di  laurea (uno scritto collaterale alla tesi che si faceva “ai miei tempi” all’I.S.E.F) sull’elettrostimolazione e l’ho usata in ambito di tonificazione ad inizio carriera.

Mi hanno proposto una prova della “tuta” presso il mio Studio e dato che sono curioso come una scimmia….., ho accettato volentieri perchè prima di parlare di una cosa…, la devo conoscere bene…. 😉 .

 

 

La “tuta” è nata per ovviare ad uno dei principali difetti dell’allenamento con elettrostimolatore “tradizionale”, che necessita di una marea di tempo per poter stimolare tutta la muscolatura (per sapere di  più su “pregi e difetti” dell’allenamento con l’elettrostimolatore, leggi questi miei articoli). Inoltre si prefigge di ovviare anche al problema della mancanza di interazione con il sistema nervoso. Caratteristica della contrazione ottenuta con l’elettrostimolazione è quella di bypassare l’input proveniente dal cervello. La corrente che passa tra i muscoli genera dei “potenziali d’azione” che danno il “la” alla contrazione muscolare. Il risultato che si ottiene è un muscolo forte, ma”stupido”, che non è “cresciuto” insieme a tutto l’apparato neuromuscolare.

Una “tuta elettrificata” serve per associare ad una contrazione volontaria, anche quella generata dall’impulso elettrico (si può fare anche con un elettrostimolatore normale, ma ci vorrebbe molto più tempo). La grossa innovazione dovrebbe stare nella possibilità di fare un allenamento intenso ed efficace in pochi minuti (2o min).

Detto ciò…, è arrivato il momento di “indossare la tuta” e dirti cosa ne penso……

Come tutti gli elettrostimolatori convenzionali “la tuta” ha diversi programmi precostituiti e ha la possibilità di personalizzare i protocolli di lavoro. Sono previsti tre programmi: tonificazione, aerobico/anticellulite e rilassamento.

Io li ho provati tutti e tre…

Per quanto riguarda il programma di tonificazione le contrazioni muscolari indotte dall’apparecchio non mi sono sembrate “generalizzate” come mi aspettavo……… Il campo elettrico generato dagli elettrodi non riesce a prendere tutta la muscolatura target…, ho sentito tanto la muscolatura limitrofa agli elettrodi.., decisamente meno quella distante….

La contrazione muscolare ottenuta con l’elettrostimolatore è mediamente fastidiosa, in alcuni punti dolorosa…., quanto quella già provata con apparrecchi “convenzionali”.  Se nel caso di un elettrostimolatore “standard” c’è la possibilità di spostare gli elettrodi in modo millimetrico…., in questo caso non si può…, gli elettrodi sono vincolati al gilet…. (croce e delizia di questo apparecchio).

L’allenamento consiste nel mantenimento di posizioni  statiche (isometriche) per 6 secondi durante la fase di contrazione alternati ad altri 6 secondi durante i quali l’apparecchio manda impulsi idonei al “rilassamento”.

Provo diverse posizioni isometriche sotto consiglio dell’operatore e mi faccio un’idea di massima “dell’oggetto”..

Poi provo la modalità “aerobica/anticellulite” con stimoli elettrici intermittenti durante i quali si fanno esercizi tipo corsa sul posto o similari (movimenti classici della ginnastica “aerobica” che si usano abitualmente nelle lezioni di gruppo). Mi sembra una roba nemmeno da prendere in considerazione…….

Dulcis in fundo…, il rilassamento…….. Hai presente come ci si può rilassare con uno che ti punzecchia i muscoli generando contrazioni involontarie che ti fanno camminare per la stanza senza il tuo permesso…..? Ecco…, questo è quanto….. 😀 . Diciamo che ho un’idea di rilassamento diversa………… 😀 .

CONCLUSIONI

Dopo averlo provato…….. ora eccoti un po’ di “pensieri” scaturiti da quest’esperienza…….

1. Per gli amanti dell’elettrostimolazione la “tuta elettrica” è un oggetto molto interessante…., soprattutto per coloro che hanno impedimenti articolari che impediscano il movimento.

2. La natura ci ha dato già tutto quello che serve per ottenere il meglio dal nostro corpo…, non ha bisogno di nessuna invenzione dell’uomo….

3. L’utilizzo della “tuta” come di qualsiasi altro elettrostimolatore non ti permette di ottenere risultati che non puoi ottenere senza…

4. La “tuta” viene “venduta” come un modo per allenarsi “per pigri e sfaticati” che in poco tempo vogliono ottenere risultati…(il solito miraggio….).  Senza nessuna fatica dovresti ottenere una miriade di benefici come: ipertrofia muscolare, riduzione grasso corporeo, miglioramento della velocità, dell’agilità, riduzione cellulite, migliora l’umore e la motivazione ecc.. Tutti citati nella brochure pubblicitaria…. L’elettrostimolazione, perché sia efficace, deve raggiungere livelli d’intensità della contrazione muscolare tali da generare fatica e un minimo di “sofferenza”….. Non è possibile ottenere risultati senza fatica………., che sia generata esternamente o meno………

A proposito di tempo…………., la nostra fisiologia ha bisogno dei suoi tempi…….e nessun essere umano li può abbreviare…….. Alcuni adattamenti hanno bisogno di tempi lunghi…, è inutile cercare di “fregare” la natura………… 😉 .

5. L’allenamento proposto non è nemmeno paragonabile a ciò che si potrebbe fare senza “lo scafandro” addosso che inevitabilmente limita i movimenti in maniera importante…..

6. Non so se tutta la corrente generata faccia bene.., lo dico così senza nessuno studio scientifico che possa avvalorare la mia tesi…. Posso solo dirti che nelle ore successive l’allenamento fatto con la “tuta” ero come frastornato come se mi avessero centrifugato il cervello.. C’è da dire che io sono particolarmente sensibile ed ho un mio equilibrio sensoriale che è facile turbare………… Mi ricordo ancora la nausea provata dopo qualche minuto di allenamento con la pedana vibrante…………… 🙁 . Un conto è elettrostimolare un gruppo muscolare…, un’altro tutto il corpo… Non so……, a me ha dato fastidio, certamente sono una “mosca bianca”……

Questo è quanto…………, almeno per oggi… 😉 .

Ciao a presto al prossimo post! 😉 Se vuoi approfondire l’argomento, lascia un commento, sarò felice di risponderti!!! 😀

P.s.: se vuoi imparare ad allenarti veramente in piena libertà, senza attezzi, scoprire i miei “trucchi del mestire” e prendere in mano definitivamente le redini del tuo allenamento……, dai un’occhiata qui! 😉

 

 

 

I partecipanti al mio corso CreAttività Sempre Fitness lo sanno benissimo, imparare ad allenarsi senza confini ha un valore impagabile! Senza confini dettati da macchine fitness, tapis roulant, manubri, bilancieri, piscine o le “quattro mura della palestra”…..

Per me Agosto è un mese di graduale scarico dall’attività lavorativa “sul campo” come Personal Trainer dei miei clienti, che vanno giustamente in vacanza. Va in automatico che arrivi anche per me il momento di “staccare la spina” ed andare in ferie…., dal lavoro, ma non certo dall’allenamento!

Certo, perché la “manutenzione” del corpo non può andare in vacanza! Devi sapere che gran parte dei miglioramenti ottenuti tramite l’allenamento iniziano a subire un processo di regressione, dato dal disallenamento, già dopo circa 5/7 giorni di inattività!

Quindi è bene organizzarsi per riuscire ad allenarsi anche durante le ferie……., forse anche di più rispetto al normale! Infatti in vacanza hai più tempo da dedicare a te stesso e puoi impegnarti in allenamenti che abitualmente non riesci a fare, perché c’è sempre “qualcos’altro da fare”!

Però in vacanza vengono meno gli automatismi, i luoghi, gli allenamenti che sei solito fare, soprattutto se sei abituato a recarti in palestra in precisi orari (per esempio, la pausa pranzo), oppure per seguire corsi di gruppo (Spinning, Step, Gag, Aquagym ecc.).

Così ti senti improvvisamente “perso” ed è facile lasciarsi andare all’ozio! Se le ferie durano una settimana , non accade niente di male, perché il processo di disallenamento ha poco tempo per fare danni…, ma se le ferie (lo spero per te… 😉 ) dovessero durare di più.., allora dovresti “attrezzarti” per riuscire ad allenarti “senza confini” in “ogni dove”..!

E’ per questo motivo che insegno ai miei clienti ad allenarsi a corpo libero, o con pratici e trasportabili piccoli attrezzi!

L’allenamento a corpo libero, se ben organizzato, ti permette di ottenere qualsiasi tipo di obiettivo in ambito di dimagrimento, tonificazione, flessibilità articolare e rilassamento!!

La sensazione di libertà che sento quando mi alleno a corpo libero e all’aria aperta non hanno eguali con nessuna attività svolta in palestra!

Ci pensavo giusto ieri quando, dopo una bella camminata di 1 ora con mia figlia Asia sulle spalle, mi sono allenato a 1800 metri di quota immerso nel verde e alle mucche delle montagne della Lessinia.

 

 

Mi sono allenato per mezz’oretta con il TRX , un attrezzo leggero, pratico e versatile! Ho lavorato sulla tonificazione di braccia, schiena, pettorali e addominali respirando l’aria fresca della montagna!! 😀 Tutto ciò è senza prezzo!! 😀

 

 

Ieri non ho potuto non pensare ai partecipanti a CreAttività Sempre Fitness, il mio corso dal vivo sulla manutenzione del corpo in piena libertà da costosi attrezzi, palestre o piscine…. Ho pensato a come avrebbero potuto anche loro godersi un allenamento come il mio….,  sarebbe bastato loro seguire uno degli allenamenti che hanno imparato e provato al corso….., e mi sono sentito ancora meglio.. 😀 !

Al mio rientro dalle ferie mi aspetta un periodo denso di lavoro per la preparazione della prossima edizione di CreAttività Sempre Fitness che è prevista per Ottobre. Voglio preparare un’edizione ancora più completa, ricca di contenuti e di “vissuto motorio” rispetto all’ultima fatta in primavera! 😀

E tu………., sei in grado di organizzare il tuo allenamento da solo? Sei in grado di fare a meno della palestra? Sei in grado di fare a meno del tuo istruttore o del tuo Personal Trainer? Sei in grado di mantenere alta la motivazione?  Sei in grado di creare un allenamento “dal nulla” senza attrezzi e in ogni posto del mondo..? Sei in grado di gestire con consapevolezza la tua alimentazione…?

Se la risposta è SI’…, allora ti faccio i miei complimenti, perché la tua consapevolezza motoria è molto alta…, se invece la risposta è NO……, ti consiglio di dare un’occhiata a questa pagina! 😉

Per oggi è tutto e se vuoi approfondire l’argomento, non esitare a lasciarmi un commento, sarò felice di risponderti! 🙂

Ciao a presto, buon allenamento e buona manutenzione!

Subscribe to Allenamento Fitness


Video & Audio Comments are proudly powered by Riffly