Allenamento Fitness

Tutto ciò che riguarda il Fitness lo sport l'allenamento e l'alimentazione

Io….? Mi alleno a VIVERE!

Scritto da Marco Caggiati in ., Life, Terza età

 

La maggior parte delle persone che “bussano alla mia porta”, hanno obiettivi di tipo estetico; chi vuole dimagrire, chi avere muscoli tonici e chi vuole un allenamento per eliminare la cellulite.. Questi sono obiettivi “sacrosanti” e non c’è niente di male ad impegnarsi per raggiungerli 😀 . Allo stesso tempo ritengo che avere un corpo magro e tonico sia solo un piacevole “effetto collaterale” del prendersi cura di se stessi tramite l’alimentazione e l’allenamento 🙂 . Penso sia l’unico modo intelligente di puntare a vivere una vita felice, sana e raggiungere i 100 anni in salute e con il sorriso.. 😀 😀

Negli ultimi mesi ho un ulteriore motivo per pensare a questo aspetto in quanto mio padre è ricoverato all’ospedale a causa di “alcuni” problemi… Non voglio entrare troppo nei dettagli per rispettare la Privacy di mio padre, ma allo stesso tempo voglio raccontarti cosa accade quando si affida la propria salute ad altri.

Mio Padre è il “prototipo” di persona che ha sempre pensato unicamente al lavoro e alla famiglia e non ha mai fatto attività motoria….  Prossimo alla pensione ha iniziato ad avere qualche problema di iperglicemia che l’ha portato a sviluppare il diabete, inizialmente controllato con la “classica pastiglia” e poi con l’insulina… Dopo che è andato in pensione ha avuto un piccolo infarto del miocardio e negli ultimi dieci anni circa si è limitato a “curarsi” con le medicine prescritte dai medici… Il risultato di questi 10 anni è che il diabete si è fatto sempre più severo (ora è insulino dipendente) e lo sta letteralmente “consumando”. Il diabete è una malattia “subdola” in quanto è praticamente asintomatica ma gli effetti di uno squilibrio glicemico sono DEVASTANTI su tutto l’organismo. Tutti i tessuti ne risentono…, vene ed arterie comprese…

Lo stile di vita motorio ed alimentare di mio padre non è mai cambiato.., per lui “curarsi” ha sempre significato “prendere le medicine prescritte”…. 🙁 . Se mi conosci un poco puoi immaginare quanto questo atteggiamento mi faccia rabbrividire… 🙁

Ora non voglio dilungarmi troppo e voglio arrivare subito alle “conclusioni”… Mio padre è da mesi che sta facendo “dentro e fuori” dall’ospedale perchè il suo organismo fortemente debilitato dal diabete sta “collassando”… Cuore, reni, polmoni stanno “alzando bandiera bianca”…..

Puoi solo immaginare quante volte io gli abbia spiegato che curarsi necessita di impegno e di proattvità… Curarsi non significa “assumere delle pillole”., curarsi significa agire per non averne bisogno….

I miei sentimenti sono un mix di dispiacere, delusione, rammarico e anche un po’ di “arrabbiatura”…… So che la sua situazione attuale è il frutto del suo “far finta di curarsi”….

Per fortuna “la natura” ha deciso di prendersi la sua “rivincita” con mio padre gradualmente e, fino ad ora, la sua vita non è stata condizionata più di tanto…., ma io ho TANTA paura di come potrebbere evolvere la sua malattia…, paura non dell'”estrema conseguenza”, ma dell’invalidità della “vita non vita” ….., quando la vita non è più vita, ma è sopravvivenza…..

La cosa “buffa” di tutta questa vicenda è che gli ospedali sono pieni di persone malate di “benessere”……, il “benessere” che ti porta all’inattività motoria e all’eccesso alimentare…, il “benessere” che ti fa ammalare…

Cosa ancora più buffa è trovare al centro di riabilitazione cardiovascolare dove è ricoverato mio padre questo cartello….. Il titolo del convegno è: “Cuore, fitness e salute. Prevenire con il farmaco del futuro, l’esercizio fisico”….. 🙂

 

 

Che bello parlare dell’esercizio fisico come “farmaco del futuro”…. 🙂 🙂 Che l’allenamento e la corretta alimentazione siano il PIU’ POTENTE FARMACO che possiamo assumere è una verità INDISCUSSA…….., ma che sia una “roba” da proiettare nel “futuro” quando il genere umano lo sa da qualche migliaio di anno…, mi fa proprio sorridere……. 🙂 .

Come dico sempre nei miei seminari, dove mi occupo di “Intelligenza Motoria“, il problema di tutta questa assurdità risiede nel SISTEMA scolastico e medico ospedaliero che, per diversi aspetti, non educano sufficientemente bambini e i giovani ragazzi alla cultura della “manutenzione della macchina uomo”! Ma questa è “un’altra storia”…….

RicordaTI……,nessun altro al di fuori di TE si può prendere cura di TE meglio di quanto TU non possa fare….  La TUA salute risiede nelle TUE azioni!, 🙂 Pensa alla salute, e gli addominali scolpiti…, i glutei di marmo, le cosce sode e senza cellulite arriveranno di conseguenza….. 😉 .

Ciao a presto al prossimo articolo.

Vuoi approfondire l’argomento..? Lascia un commento, sarò felice di risponderti 😉 🙂

P.s.: le iscrizioni a “Intelligenza Motoria” sono aperte 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marco Caggiati Personal Trainer Parma

Quando si parla di allenamento è comune farlo in chiave tecnica valutando particolari della metodologia che hanno importanza per ottenere i propri obiettivi..   Però occorre fermarsi un attimo e pensare anche a qualcosa di legato al movimento di più semplice e profondo allo stesso tempo.

Penso, e non sono certo l’unico, che la suddivisione in due parti distinte del nostro “essere” in corpo e mente sia una concezione superficiale e a mio parere insostenibile.

Quante volte si cerca la motivazione di un disagio o di un malessere nel corpo quando in realtà risiede nella nostra sfera emotiva e psicologica..?

Le malattie cosiddette psicosomatiche sono ormai conosciute e riconosciute da decenni..

Oggi voglio quindi di parlarti di allenamento come ottimo modo per  “curare” la mente, come “valvola di sicurezza”.

Io faccio movimento da sempre e per me “l’allenamento” è una parte integrate della mia vita della quale non potrei assolutamente fare a meno.

Con il termine “allenamento” non bisogna intendere unicamente l’attività rivolta agli atleti o agli agonisti in genere che si preparano ad una competizione sportiva, ma a tutto ciò che ti fa uscire dalla sedentarietà.

Quindi è da considerarsi allenamento anche la passeggiata dopo pranzo o cena, oppure salire e scendere le scale.

A volte penso a cosa mi mancherebbe di più se un “malaugurato” giorno mi trovassi nelle condizioni di non potermi più allenare e sicuramente la cosa che mi mancherebbe di più sarebbe quella sensazione di benessere e di “pulizia mentale” che si prova nelle ore successive ad un allenamento!

Un po’ come se “il corpo” ringraziasse “la mente” per avere avuto cura di lui….. 🙂 Mi capita spesso di arrivare a casa tardi dopo una lunga ed intensa giornata di lavoro e di non avere assolutamente voglia di allenarmi. La mia mente è satura di pensieri , problemi miei e dei clienti che spesso diventano anche miei…

In un certo modo mi devo “violentare” per mettermi scarpe e pantaloncini per fare qualche chilometro di corsa o fare esercizi di tonificazione muscolare.

Dopo i primi minuti di attività mi accorgo subito che la stanchezza era solo “mentale” perché il mio corpo reagisce benissimo allo sforzo, mi sento forte, resistente, reattivo….

Alcune delle mie migliori prestazioni le ho ottenute quando i presupposti mi dicevano il contrario… 🙂

L’allenamento scorre via veloce quasi senza fatica e dopo la doccia posso godermi qualche ora di “leggerezza” fisica e mentale un vero “stato di grazia” dove la mente ritorna a lavorare con serenità. I “problemi” giornalieri sono spariti come “d’incanto” e mi sento “in pace con il mondo”.

L’attività motoria è un ottima “valvola di sfogo” delle tensioni emotive che funziona meglio di qualsiasi farmaco antidepressivo del quale ultimamente qualcuno fa un ricorso eccessivo ed ingiustificato….. Con questo non voglio affermare che i farmaci, in alcuni specifici casi, non abbiano una loro utilità…, ma vedo troppo spesso persone assumere ansiolitici come “coperta” per i loro problemi senza lavorare sulla causa..

Ricordo ancora con viva soddisfazione ed emozione la “dichiarazione” di una mia cliente che, senza preavviso, durante una cena con altri “amici clienti” disse: “Marco mi ha fatto uscire dalla depressione”..

Fantastico…….nessun obiettivo raggiungibile con l’allenamento può essere più utile e nobile!!! 😀

Quindi, prima di tutto, prima dell’estetica del tuo addome, della cellulite sui tuoi glutei e di quel tricipite cadente…, pensa che l’allenamento è una cura per la tua mente, per il tuo spirto…

Per oggi è tutto!! Se vuoi lascia un commento, sarò felice di risponderti!!!  Pensi che questo articolo possa interessare ai tuoi amici…? Condividilo su Facebook!!

Ciao a presto 🙂 😉

P.S.: Se sei un sedentario e vuoi uscire da questo stato….., prova a leggere questa lettera…, penso che ti possa essere decisamente d’aiuto 😉

fitness

Mi vengono poste di frequente domande come: “quanti allenamenti bisognerebbe fare alla settimana?” oppure “quale tipo di allenamento è migliore per sviluppare e mantenere un buon livello di Fitness?”

Per rispondere precisamente a queste domande dovrei conoscere alcune informazioni riguardanti chi me le pone come, l’età, la maturità sportiva (se è un sedentario o se si allena, da quanto tempo e cosa fa ecc.), eventuali problematiche fisiche, infortuni ecc..

Facciamo finta però di prendere in considerazione il “classico” uomo della strada  in buona salute. Quali sono in questo caso i fattori oggettivi da tenere in considerazione per fare una corretta programmazione degli allenamenti per ottenere un livello di Fitness ottimale….?

Eccoli di seguito:

1-      Frequenza dell’allenamento

2-      Intensità dell’allenamento

3-      Durata dell’allenamento

4-      Tipo d’allenamento

Frequenza d’allenamento

La frequenza ideale per ottenere un buon livello di Fitness dovrebbe essere di circa 3-5 volte alternando un giorno dedicato all’allenamento ad uno dedicato al riposo. Per un principiante, 3 volte alla settimana (per esempio: Lunedì, Mercoledì e Venerdì) sono più che sufficienti!

Intensità dell’allenamento

L’allenamento deve essere svolto ad una percentuale compresa tra il 60 ed il 90% della FCR (Riserva della massima frequenza cardiaca).

Durata dell’allenamento

La durata dell’allenamento varia da 20 a 60 minuti d’attività ogni sessione e dipende dall’intensità dell’esercizio svolto. Più l’attività è bassa (vicino al 60%) e più deve essere protratta per un periodo di tempo più lungo. La durata è inversamente proporzionale all’intensità, che “tradotto” significa che se hai un’ora o più di tempo da dedicare all’allenamento fai un’attività blanda (60/75%), se invece hai poco tempo (20/30 minuti), stai ad un’intensità prossima al 90%, dopo aver fatto un adeguato riscaldamento. Le esercitazioni svolte ad intensità elevate (superiori all’85%) sono riservate a soggetti già allenati (non va bene per un sedentario che ha iniziato da poco ad allenarsi).

Tipo di allenamento

Il tipo di esercizio scelto per l’allenamento deve avere le seguenti caratteristiche:

1 – Impegnare i grandi gruppi muscolari con esercizi multiarticolari

2 – lo si deve poter eseguire in maniera continuativa per almeno 10 minuti

3 – Deve essere di tipo aerobico ciclico come, per esempio, la corsa, il ciclismo, il nuoto, il canottaggio, lo sci di fondo lo step ecc.., oppure misto  (di base aerobica con alcuni momenti anaerobici), meno adatto per i principianti, come il calcio, la pallacanestro, la pallanuoto e la pallamano.

In conclusione voglio sottolineare che allenarsi per ottenere un buon livello di Fitness (inteso come benessere), per migliorare la propria estetica e per migliorare la performance, comporta una frequenza d’allenamento, un’intensità, una durata completamente diversi…

L’unica cosa che potrebbe accumunare le tre tipologie di persone è la disciplina praticata. Infatti, per esempio, si può correre sia per ottenere semplicemente un buon livello di Fitness, che per gareggiare ad alti livelli.

A proposito di Fitness, hai mai pensato che la pratica del Triathlon potrebbe essere un ottimo strumento per stare “in forma”. Se pensi che  la pratica del Triathlon sia una “cosa da pochi” e ci si debba allenare tantissimo…, sei sulla strada sbagliata!!!

Da oggi puoi trovare nei miei programmi multimediali Triathlon Sprint Facile, il primo ed unico programma per partecipare ad una gara di Triathlon allenandoti solo 3 volte alla settimana!! 🙂 Non esiste niente di nemmeno simile in commercio!! 🙂

Per oggi è tutto!! Lascia un commento, sarò felice di risponderti!!!  Pensi che questo articolo possa interessare ai tuoi amici…? Condividilo su Facebook!!  🙂 😉

Ciao a presto e buon allenamento!! 🙂

equilibrio emotivo

Non passa giorno senza che io riceva richieste di “aiuto”, tramite il blog, di persone che sono alla ricerca di obiettivi da raggiungere con l’allenamento, come il dimagrimento, la tonificazione, la riduzione della cellulite ecc… In tanti mi raccontano le loro esperienze, i loro insuccessi e le loro frustrazioni..

Molti mi raccontano di allenamenti quotidiani e di attenzione maniacale per l’alimentazione che portano pochi ed insoddisfacenti miglioramenti…

In tanti mi chiedono la “ricetta” per raggiungere il loro obiettivo…, come se stessimo parlando di come si fa un buon  “pane integrale”… La realtà è che la ricettta cambia a seconda della persona e ciò che funziona o ha funzionato su un soggetto a volte, per una serie innumerevole di motivi, non funziona su un altro…

Quindi non esistono soluzioni univoche…, mi dispiace..

Però c’è un “ingrediente” che dovrebbere essere presente in TUTTI i programmi d’allenamento, per qualsiasi obiettivo si voglia perseguire….. L’elemento essenziale è L’EQUILIBRIO, ma non in senso fisico…

L’equilibrio del quale ti voglio parlare oggi è quello emotivo, che serve per capire quando è ora di allenarsi duramente e quando invece è bene riposarsi e recuperare…, l’equilibrio che serve quando è ora di “dire di no” ad una fetta di torta con la panna montata.., lo stesso che ti fa “dire di si” un’altra volta….

Nel comportamento di alcuni lettori del blog intravedo una sorta di “integralismo” del Fitness che li fa sentire “schiavi” dell’allenamento e della corretta alimentazione… Ritengo che un’attenzione così maniacale sia controproducente e fallimentare sul lungo periodo…. Se mi segui da qualche tempo sai che c’è una cosa che spiego e ripeto spesso…, con la speranza che, prima o poi, entri nella testa dei miei lettori… 🙂 La prima è che un fisico bello esteticamente è solo “un piacevole effetto collaterale” dell’allenamento… La ricerca di una finalità estetica (dimagrimento, aumento massa muscolare, riduzione cellulite ecc..) deve sempre essere secondaria all’ottenimento di un corpo resistente, forte, flessibile, con un buon rapporto massa magra, massa grassa.., in una parola “funzionale“.. La seconda è , appunto indirizzare il proprio allenamento alla funzionalità. Un corpo bello all’occhio, ma poco “fruibile” nella vita quotidiana….., non è assolutamente funzionale… Pensa per esempio ad un corpo forte ma molto rigido….

La mancanza di equilibrio psicologico ed emotivo porta spesso ad un comportamento disfunzionale per vivere una vita serena all’insegna del vero benessere.. L’equilibrio si acquisisce con l’esperienza, ma una cosa da sapere fin da subito è che, alla fine, quello che conta è che la “media tra i comportamenti positivi e negativi” deve sempre essere nettamente a favore di quelli  positivi…..

Ora immagino si sia materializzato nel tuo cervello un grosso punto interrogativo….(???????) 😀

Ti faccio qualche esempio per capire meglio.

Comportamenti Positivi

– Fai attività motoria almeno 4 giorni alla settimana e se le vicessitudini della vita ti portano a saltare un allenamento non “sentirti in colpa“, verrà il tempo in cui potrai  farne 5… 🙂

– Allenati considerando la tua condizione atletica in quel momento (se sei stanco, hai le gambe doloranti dall’allenamento del giorno prima e in previsione hai un allenamento impegnativo…., cambia strategia e fai una passeggiata rilassante..)

– Evita gli zuccheri raffinati (dolciumi in genere) come abitudine quotidiana e se ti capita “l’occasione” (matrimoni, feste di compleanno ecc..) mangiali con gusto e fregatene altamente in quanto 10, 15, 30 o 40 “sgarri alla regola” in un anno non sono niente.., non producono effetti nocivi in quanto per 325 giorni hai mangiato bene!!!

– Se ti fa male un’articolazione o un tendine…, non andare avanti semplicemente “perchè lo devi fare”, fermati e cerca di capire il perchè (forse ti sei allenato troppo o le tue scarpe da corsa sono da buttare ecc.). Mi capita di vedere correre persone con ginocchiere, cavigliere, fascie per la schiena da far invidia al manichino del “Dr. Gibaud”…. Evidentemente c’è qualcosa che non va… e bisogna capire cosa…., senza ostinarsi a “voler allenarsi a tutti i costi”…

– Non bere alcolici…, ma se sei a casa di amici appassionati di vino e ti offrono un buon bicchiere.., bevilo e apprezzane il sapore… (vale sempre la media come per i dolci….)..

Questi sono solo alcuni dei numerosi esempi che potrei farti per capire l’importanza della ricerca dell’equilibrio interiore che ti permette di capire quando è ora di “spingere sull’acceleratore” e quando, invece, devi “spingere sul freno..”…

So che non è facile sopratutto per chi è abituato a seguire abitudini scorrette, però iniza a “metterci su la testa”, impara ad ascoltarti, cerca l’equilibrio,  acquisisci sane abitudini alimentari e motorie e avrai la strada spianata per raggiungere vero benessere!! 🙂

Per oggi è tutto, ciao a presto!! 🙂 Lascia un commento, sarò felice di risponderti!!!  Pensi che questo articolo possa interessare ai tuoi amici…? Condividilo su Facebook!! 😀

P.S.: se vuoi approfondire il principio dell”equilibrio e vuoi un metodo che te lo insegni, dedicando all’attività motoria quotidiana solo 7 minuti al giorno…., allora Fitness in 7 minuti è ciò che fa per te!! 🙂

Corso Vitality visto “da fuori”….

Scritto da Marco Caggiati in Life

Ciao, oggi voglio parlarti di un’esperienza professionale che è stata molto piacevole ed emozionante.

Ho avuto la fortuna di partecipare come formatore ad un corso, chiamato Vitality, organizzato dagli amici e grandi professionisti di Ekis (www.ekis.it) .

Il corso è incentrato sulle strategie da utilizzare per ottenere il massimo livello di vitalità e di benessere e fornisce tutti gli strumenti per raggiungere un reale equilibrio tra corpo e mente.

Io mio sono occupato dell’area del corso dedicata all’attività motoria e il mio compito era quello di trasferire i principi di base per, come amo definirla, la corretta “manutenzione” della “macchina uomo”.

Di recente ho scritto un articolo intitolato “I 5 target per il raggiungimento del perfetto stato di fitness” che in parte racchiude la mia “visione” per il raggiungimento di un vero equilibrio psico-fisico.

Solitamente i corsi di formazione ti riempiono la testa di tante informazioni utili ma che difficilmente si riescono a trasportare nel “quotidiano”.  Dico solitamente perchè i corsi organizzati da Ekis, al contrario,  sono ricchi di esercizi e contenuti pratici che rendono “la teoria” effettivamente utilizzabile.

Insomma, tanto arrosto e poco fumo… 😀

Il mio obiettivo al Vitality è stato quello di dare nozioni utili a capire come gestire l’allenamento di base per avere un buono stato di salute e, soprattutto, fare provare direttamente ai corsisti l’attività motoria sul campo! La metà esatta di loro non aveva mai fatto alcun moto e per me trasferire molti concetti in poco tempo (che abitualmente spiego utilizzando alcune sedute di personal training..) è stata una bella sfida professionale!!!

La cosa più importante che mi ero prefissato era quella di farli appassionare al movimento e di ingenerare in loro una sorta di spirito di “emulazione”. O meglio…., volevo trasferire loro la proiezione di ciò che, con qualche accettabile sacrificio, avrebbero potuto ottenere allenandosi costantemente e che, fino a quel momento, non sapevano nemmeno di poter ottenere.

E’ stato veramente bello lavorare con un gruppo di persone disposte ad impegnarsi per sperimentare sensazioni fische nuove ed inaspettate.

Altri impegni professionali e famigliari mi hanno impedito di seguire il corso “in toto” ma, in quelle poche ore durante le quali ho potuto guardare “da fuori” (come spettatore) il corso, ho potuto vedere e sentire una fantastica energia e un gruppo di persone impegnate ad evolvere e a migliorare la propria vita.

La maggior parte delle persone “interpreta” la vita come se fosse una comparsa, come se tutto fosse già scritto in un copione (scritto da altri..) e passa le giornate a lamentarsi di tutto e di tutti…., quindi ogni volta che vedo persone piene di energia e di “voglia di fare”, di distinguersi, di lasciare un segno, di diventare la “star” della propria vita…, mi pervade una sensazione di vero “godimento” e sono felice!!! 🙂

Con questo articolo voglio ringraziare tutti, in primis Livio Sgarbi che mi ha dato l’opportunità di fare una bellissima esperienza professionale, e poi tutto lo staff Ekis e i corsisti che mi hanno regalato un pò della loro energia (anche se ne ho da parte delle scorte “secolari”, sono avido di “vitalità” quindi l’ho presa volentieri… 🙂 ).

Spero di essere stato d’esempio e da sprono a coloro che per la prima volta hanno fatto attività motoria e di aver insegnato qualcosa di nuovo anche agli “habitué” dell’allenamento.

A tutti ricordo che la costanza è la prima cosa alla quale puntare per ottenere qualsiasi tipo di risultato! Quindi forza e coraggio, mettetevi le vostre scarpette da allenamento, uscite di casa e MUOVETEVI!!!!!

P.S. dedicato ai corsisti: Se dovessi (e lo spero vivamente) incontrarti di nuovo e alla fatidica domanda “ti stai allenando” dovessi rispondermi “no”………., sappi che mi “incazzo come un ape”….. 🙂 😀

Ciao a tutti e buon allenamento!!!

Se vuoi lasciare un commento, sarò felice di risponderti!!! 🙂

Fitness è un termine usato spesso nel mondo dello sport e dell’allenamento e letteralmente significa: stato di buona salute e buona forma fisica. In anni di lavoro con i miei clienti mi sono reso conto che ognuno di loro aveva un ideale di fitness diverso.

Spesso il concetto di fitness è legato ad una “forma” estetica piacevole ed affascinate, ad addominali scolpiti o glutei duri come il marmo….. In pochi riescono ad interpretare con profondità la vera essenza del Fitness…..

Qualche giorno fa una mia cliente (Cristina Manfredi) che ringrazio per la disponibilità, mi ha rilasciato una testimonianza su ciò che aveva imparato/acquisito/ottenuto grazie al lavoro svolto con me e oggi voglio condividerla con voi che mi seguite giornalmente sul blog.

Ecco la testimonianza in originale:

“Caro Marco, dopo tre mesi nella tua “scuola” posso dire di essere pronta a scriverti la mia “Testimonianza” che, forse, potrà servire ad altre “allieve” per vivere e stare meglio. E’ stato un percorso bellissimo, non facile, ma sicuramente di grande soddisfazione e soprattutto di benessere (fisico e soprattutto mentale!).

E’ stata un’esperienza che ho condiviso con Mauro, mio marito da 21 anni, fisicamente e mentalmente più pronto e convinto del lavoro da fare.

Ero stanca di guardarmi allo specchio e di ripetermi sempre: “devo perdere un po’ di chili, sono tutta molliccia, non ho tono muscolare, sono invecchiata..”. Ero stanca di vedermi quel “barilotto” adiposo uscire puntualmente dal costume in estate.

Ormai tutto ciò condizionava la mia vita…..

Ho iniziato a lavorare con te e sinceramente dopo le prime lezioni ero molto demoralizzata ( pensavo: troppa fatica, troppo dolore, non ce la faccio……); a casa ho pianto, volevo smettere, volevo telefonarti e rinunciare……, ma poi…., è scattato qualcosa in me! Sicuramente è stata la forza di volontà, di sopportare la fatica, di osare, di fare sempre un pochino in più che tu sei riuscito a trasmettermi!!!

Per questo ti devo ringraziare, perché quel “pochino in più” lo uso tutti i giorni, nella mia vita quotidiana, a casa, in ufficio, con mio marito, con i colleghi di lavoro e con i mie amici.

Se ne sono accorti tutti che qualcosa in me è cambiato: fisicamente, ma soprattutto nel modo di pormi verso gli altri. E’ li che mi sento molto diversa, mi sento bene, ho voglia di fare, di sorridere, di stare con gli altri, è come se mi fossi risvegliata da un lungo letargo fisico e mentale.

Sento il mio corpo che lavora, che risponde agli stimoli, che reagisce……

Mio marito è il più felice di tutti, sono molto cambiata anche con lui, me ne rendo conto………, finalmente!!!!!

E’ così, caro Marco, ti ringrazio di cuore per tutto quello che hai fatto per me, sono stati tre mesi importanti, che non dimenticherò mai, perché è come se avessi iniziato una nuova vita…….

Adesso io e Mauro andiamo in vacanza, ci prediamo una pausa, un po’ di realx, un po’ di pasticcini alla crema………, ma poi ci rivedremo a settembre, la strada è ancora lunga, io ho ancora voglia di fare e soprattutto di sentirmi bene con me stessa.”

Ti abbraccio forte!

Il risultato ottenuto con Cristina è il mio modello di Fitness al quale tutti dovremmo ispirarci.

Le sue parole sono state per me fonte di grande soddisfazione professionale ed umana…, mi rendo conto che fondamentalmente  mi alzo tutte le mattine per ricercare questo tipo di risultati per i miei clienti. Sono felice…. 🙂

Grazie Cristina

LEGGI ALTRE TESTIMONIANZE DI MIEI CLIENTI

Ciao e buon Fitness a tutti!

Lasciami un commento, sarò felice di risponderti!

Ciao, ieri sera ho partecipato come ospite ad una coaching chat organizzata da Livio Sgarbi .

Per me è stata una bellisima esperienza e spero che le informazioni fornite siano state per i partecipanti utili e fonte di “ispirazione” per approcciarsi all’allenamento e al fitness sotto un’ottica “diversa” e improntata al vero benessere.

Ho notato un vivo interesse dei partecipanti e un fermento di domande alle quali, per questione di tempo, non ho potuto purtroppo rispondere.

Oggi voglio quindi dare la possibilità a coloro che non hanno ricevuto risposta di “lanciarmi” degli argomenti che potranno essere oggetto di nuovi articoli che pubblicherò nei prossimi giorni. Le richieste saranno sicuramente numerose e quindi ti consiglio di affrettarti a prenotare il “tuo” articolo personale per evitare di vederlo pubblicato fra qualche mese.

Sono già arrivate tantissime richieste stamattina direttamente via mail all’indirizzo info@allenamentofitness.com . Mandami anche tu una mail o più semplicemente inserisci, nella zona commenti qui sotto (preferisco l’area commenti così vi potrete rendere tutti conto se alcune richieste sono già state fatte o meno..), ciò che non ti è chiaro del “magico mondo del fitness” e io sarò felice di fornirti la mia chiave di lettura.

Ciao a Presto e Buon Allenamento

STRESSMi sveglio al mattino sono già stressato/a…. Il pensiero di andare al lavoro mi stressa…. I ritmi quotidiani, l’accavallarsi degli impegni, il lavoro, i bambini, la famiglia, la casa, la spesa……AIUTO,  CHE STRESS!!!

Come posso fare a trovare un nuovo equilibrio di benessere?

L’attività fisica, può essere un valido amico, vediamo come.

Innanzitutto il nostro organismo è soggetto costantemente a mille stimoli, che costituiscono uno stress positivo (EUSTRESS) necessario e indispensabile per la nostra sopravvivenza.

L’eustress in “gergo” tecnico è anche sinonimo di STIMOLO ALLENANTE, che sta alla base di ogni miglioramento verso qualsiasi obiettivo. Se questi stimoli si intensificano o diventano troppo pressanti, si crea una situazione negativa di stress (DISTRESS), al quale il nostro organismo reagisce con segnali di ribellione e di allarme: ansia, insonnia, depressione, tachicardia, paure, attacchi di panico, nervosismo, dolori muscolari, articolazioni rigide, emicrania ecc….

“PRIMI PASSI” PER SCONFIGGERE LO STRESS:

Una persona molto ansiosa tende ad avere una scarsa stima di se stesso, poca fiducia nelle proprie capacità di superare le difficoltà. Spesso si arrende al primo ostacolo, innescando un circolo vizioso che l’allontana ulteriormente dall’idea di fissarsi degli obiettivi e raggiungerli (il circolo vizioso è rappresentato dal pensiero: se ho fallito una volta…, sicuramente fallirò ancora!!)

Con l’esercizio fisico inizierai a porti degli obiettivi, piccoli, concretamente realizzabili e raggiungibili in breve tempo, che, una volta conquistati, rafforzeranno la tua autostima, innescando in questo caso un circolo VIRTUOSO.

Puoi cominciare con un’attività fitness verso la quale ti senti istintivamente incline, la scelta è veramente ampia: dal semplice camminare (molto economico, adatto a tutte le età e costituzioni) al jogging, nuoto, bicicletta, running per passare a discipline guidate come il Tai-Chi, disciplina asiatica basata su movimenti dolci e armonici o addirittura affidarti ad un Personal Trainer.

Il movimento deve essere vissuto come un momento gradevole, di gratificazione di te stesso/a; ritaglia il tuo tempo per il tuo piacere!

EFFETTI BENEFICI DELL’ALLENAMENTO SULLO STRESS:

Potrei dilungarmi oltremodo sui benefici che il movimento esercita sul sistema cardiocircolatorio, respiratorio, osteoarticolare e muscolare, ma mi voglio soffermare sui cosiddetti “ormoni della felicità” che l’esercizio fisico produce.

Questi ormoni, le Endorfine, sono sostanze chimiche rilasciate dal cervello, fantastiche, con tutte le caratteristiche di quelle droghe come l’oppio o la morfina, con effetti eccitanti e analgesici, senza averne gli effetti nocivi (!!) 

Ebbene, si. Quando ti alleni la tua “fatica” aumenta la produzione di queste sostanze, donandoti euforia, senso di benessere e abbassando la percezione del dolore.

Vedrai come, dopo una bella sudata, sentirai il tuo stato d’animo  risollevato e quanto ti sentirai rilassato.

Quando avrai provato questa bellissima sensazione, sentirai spontaneamente la voglia di allenarti ancora, fino a diventare per te una sana ed imprescindibile abitudine. Se non hai mai fatto attività fisica, sappi che le endorfine vengono prodotte anche durante e dopo i rapporti sessualì!!! (Si sta bene dopo, vero…? 🙂 )

Inizia la tua attività fisica anche se hai poco tempo da dedicare, prova Fitness in 7 minuti.

Ciao al prossimo articolo!

Buon Eustress!!!!

Subscribe to Allenamento Fitness


Video & Audio Comments are proudly powered by Riffly