Allenamento Fitness

Tutto ciò che riguarda il Fitness lo sport l'allenamento e l'alimentazione

 

 

Ti piacerebbe avere le conoscenze di un personal trainer con più di 15 anni d’esperienza…?

Ti piacerebbe sapere cosa, quando e come fare per dimagrire, tonificarti, migliorare la flessibilità dei tuoi muscoli, ottimizzare il tuo respiro e avere “più fiato”…?

Ti piacerebbe riuscire a gestire la tua alimentazione come un professionista per raggiungere alla “velocità della luce” i tuoi obiettivi in ambito di dimagrimento e aumento del tono muscolare…?

E soprattutto…, ti piacerebbe apprendere tutte queste competenze in soli 4 giorni…., senza sprecare tempo e denaro..? Senza passare una vita sui libri come ho fatto io…? 🙂 🙂

Se la risposta è “si” oggi sei “finito” proprio nel posto giusto!! Perchè oggi ti parlerò dell’unico corso in Italia che ti permetterà di prendere le redini della tua alimentazione e del tuo allenamento e di imparare un infallibile metodo sperimentato sul campo!

Ti voglio presentare “CreAttività Sempre Fitness!!“, il mio corso intensivo di 4 giorni in cui insegno il mio metodo per diventare il “personal trainer di te stesso” per capire cosa fare, come farlo e soprattutto il perchè farlo!

Ti insegnerò tutti i concetti “chiave” dell’alllenamento per il dimagrimento, la tonificazione, il miglioramento dell’attività cardiovascolare, la flessibilità muscolare e articolare e tutte gli altri “fondamentali” per mantenere il tuo corpo sano, magro, flessibile e tonico per TUTTA LA VITA! 🙂

Il corso si sviluppa in 4 giorni consecutivi presso il mio Studio di Parma ed è sia pratico che teorico (50% pratica – 50% teoria). Il corso è a numero chiuso (max 10 partecipanti) per personalizzare al massimo i contenuti e dedicare tutto il tempo necessario per sviscerare ogni argomento e ogni attività pratica.

Ho “ingegnerizzato” il corso per dire finalmente addio a palestre, dietisti, personal trainers, integratori alimentari e attrrezzi “miracolosi”….. 🙂

Potrei tenerti qui ore per spiegarti di quanto sia efficace il mio metodo…, ma credo che nessuno se non chi vi ha già partecipato potrebbe spiegarti meglio in cosa consite! 🙂 Eccoti di seguito alcune testimonianze! 🙂

 

Rossana Manfredini

 

“Avendo perso da un po’ di tempo la forma fisica e cercando qualche idea nel web, mi sono imbattuta sul sito di Marco che mi ha subito incuriosita. Credendo nelle sue proposte, fidandomi del mio intuito, ho partecipato al corso “CreAttività Sempre Fitness” a scatola chiusa, senza conoscerlo e devo dire che le aspettative sono state ampiamente ripagate. Marco innanzitutto è un professionista serio e preparato, ma è anche una persona semplice e simpatica. Abbiamo passato 4 giorni insieme veramente intensi ma divertenti, affrontando argomenti che vanno dalla salute, all’alimentazione, oltre naturalmente al benessere psico-fisica e a come poterlo mettere in pratica concretamente nella propria vita. Il lavoro che lui fa anche all’interno del gruppo è sempre personalizzato, per cui mi sento di consigliarlo vivamente a tutti, dal neofita che vuole rimettersi in forma, alla persona più esperta che vuole mettere a fuoco alcuni aspetti del suo allenamento.”

 

Viviano Ginexi

 

CreAttività Sempre Fitness” è un ottimo motivo/stimolo per prendere coscienza e consapevolezza del proprio corpo. Sono stati 4 giorni con il giusto mix tra teoria e esercizi pratici. Abbiamo toccato argomenti come : teoria dell’allenamento, i metabolismi energetici, come allenarsi, l’apparato cardiocircolatorio, manutenzione e tonificazione, lo stretching “ questo sconosciuto per molti”, e ovviamente l’importanza della “corretta alimentazione” in regime bilanciato. Ho trovato davvero “appagante” le esercitazioni all’aria aperta, che mi hanno fatto capire come gestire e ascoltare il mio corpo, come impostare il mio programma di tonificazione/dimagrimento, come sfruttare la respirazione mediante il diaframma. Sono stati 4 giorni di “Pulizia Motoria”: Molte delle mie ”credenze” sono state smontate e sostituite con quelle “corrette”. Troppo spesso affidiamo la cura del nostro corpo a messaggi pubblicitari errati; impariamo a prenderci cura del nostro fisico”.

 

CreAttività è il corso che ti trasformerà in un “Master Chef in allenamento” e potrai dire addio a palestre, allenatori, dietologi. Sarai tu il solo allenatore e nutrizionista di te stesso! 🙂

Ora non voglio dilungarmi troppo anche perchè se non sei pronto per affrontare un cammino di indipendenza e consapevolezza come questo…, ogni parola diventa inutile… Se invece sei interessato…, clicca qui per saperne di più! 😉

Per oggi è tutto, ciao a presto al prossimo post! 🙂

P.s.: la prossima edizione del corso sarà dal 14 al 17 di Maggio 2015 e ci sono ancora solo 2 posti liberi…. 😉

 

Oggi voglio parlarti di dimagrimento per dare risposta ad Emilio, un lettore del blog che mi ha recentemente fatto questa domanda:

“Ciao Marco, ho letto in giro sul net riguardo la nuova scuola di pensiero “Interval Training” che produrrebbe in 30 minuti di allenamento quello che invece si otterrebbe con 1,30 ore di corsa a bassa intensità (soglia lipolitica) in termini di consumo grassi maggiori con meno sforzo e tempo. Che ne pensi?”

In effetti ho notato anche io che gli allenamenti da 30 minuti (che io faccio “subire” ai miei clienti 😀 già da anni…. 😀 :-D) stanno prendendo “piede” e non posso essere che felice in quanto sono assolutamente efficaci. E’ opportuno però fare alcune considerazioni.

Considerazione numero 1

Gli allenamenti ad alta intensità NON SONO lipolitici! Questa affermazione potrebbe essere fraintesa e quindi occorre spiegarla meglio. Devi sapere che per metabolizzare una molecola di grasso occorre 4 volte la quantità di ossigeno che occorre per ossidare una molecola di zucchero…. Questo significa che quando l’intenistà è alta (come nell’interval training) il consumo d’ossigeno è alto e quindi i grassi non si possono ossidare…..

Questo è il motivo per il quale si consiglia sempre il famosissimo “lavoro aerobico” per dimagrire…., che si traduce in ciò che ha accennato Emilio (attività superiore ad un ora e 30 minuti a bassa intensità). Ora è probabile che tu ti stia chiedendo…: Quindi….? Perchè affermi che l’interval training è un ottimo allenamento per dimagrire…??!?!?! 🙂 La risposta è molto semplice…. Ricordati SEMPRE che il dimagrimento si induce soprattutto con un deficit calorico, quindi se in 30 minuti fatti “alla morte” consumo un quantitativo di calorie paritetico ad 1 ora e 30 minuti fatti in modo blando…, alla fine della giornata avrò creato il medesimo deficit che mi permette di innescare il processo di dimagrimento…. Svelato “l’arcano”…. In aggiunta un allenamento stile “I.T.” stimola maggiormente l’aumento del tono muscolare e quindi un relativo aumento del metabolismo basale…, in questo modo si prendono  “due piccioni con una fava”….. 😉

Considerazione numero 2

Gli allenamenti cosiddetti “interval training” sono molto intensi, molto faticosi e spesso composti da esercizi che comportano un ottimale controllo corporeo e contemplano esercizi ad “alto impatto” (salti, saltelli ecc.). Questi aspetti non li rendono adatti a coloro che sono fuori forma fisica da tempo o che hanno tanto sovrappeso da perdere. Questo tipo di allenamento viene fatto a “corpo libero”, ma quando il sovrappeso si aggira intorno ai + 20, + 30 kg….., anche il “solo” peso corporeo diventa insostenibile ed eccessivo.

Considerazione numero 3

Se, a livello di consumo calorico, un’attività blanda da 1 ora e 30 minuti è paragonabile ad una attività molto intensa da 30 minuti…, ciò che accade al cuore e a tutto il sistema circolatorio…, non è assolutamente uguale…. Infatti nel’ I.T. c’è un aumento pressorio, della gittata e della frequenza cardiaca decisamente più alta…. Questa “caratteristica” rende questi allenamenti non idonei agli ipertesi (chi è in sovrappeso è spesso iperteso), oltre a creare, nel lungo periodo, degli adattamenti del miocardio diversi rispetto all’attività cardiovascolare blanda e protratta nel tempo.

E’ per questo ed altri motivi che nei miei programmi d’allenamento mirati al dimagrimento inserisco sempre sia allenamenti “cardio” che allenamenti “interval a circuito”….. 😉

Quando spiego questo principio al mio corso INTELLIGENZA MOTORIA noto sempre espressioni stupite e riflessive stampate sulle facce dei corsisti! Espressioni che “dicono”: cavoli…, averlo saputo prima, non avrei sprecato tutto quel tempo negli allenamenti….” . 🙂 😉

Per oggi è tutto, ciao a presto, buon allenamento e…, se vuoi approfondire l’argomento, lascia un commento sarò felice di risponderti. 😉

 

 

 

 

 

 

 

 

Settimanalmente ricevo decine di domande riguardanti l’allenamento e l’alimentazione più o meno complesse che “tradiscono”spesso lo stato “confusionale” di chi me le porge… 😀 😀 . Gran parte di queste domande sono frutto della disinformazione o dell’informazione superficiale che ha la maggior parte degli appassionati di fitness ed allenamento..

Gran parte delle persone che ha deciso di optare per il “fai da te” omette di considerare un aspetto di FONDAMENTALE importanza!

Tengono il loro focus mentale sulla metodologia d’allenamento da utilizzare, quante serie, ripetizioni o attrezzi da utilizzare e si dimenticano di un aspetto focale che sta alla base di qualsiasi obbiettivo che si vuole raggiungere…

Si dimenticano di creare un PROGETTO, di PIANIFICARE le azioni, i passi che li porteranno verso la meta ambita…. Questa cosa mi fa sempre sorridere e sai perchè…?

Perchè se io mi mettessi a costruire una casa…, non saprei come fare se non avessi un PROGETTO da seguire con tutte le indicazioni, le misure, con tutti i DETTAGLI da seguire…. 😀

La PIANIFICAZIONE STRATEGICA da seguire per ottenere un obiettivo in ambito fisico, come dimagrire, tonificare o correre una maratona, viene spesso sottovalutata o completamente ignorata…. 😉 .

Non hai idea di quante persone siano venute a “bussare” alla mia porta chiedendo il mio aiuto professionale che avevano una buona consocenza della materia (in merito all’obiettivo che volevano raggiungere), ma con storie di ripetuti insuccessi…..

Pensa di avere di fronte a te un puzzle da 3000 pezzi e di doverlo assemblare senza avere la figura di riferimento da “copiare”…… Sarebbe un’impresa quasi impossibile vero…?

Per pianificare la strategia alimentare e gli allenamenti da fare per raggiungere i propri obiettivi è di fondamentale importanza essere padroni dei concetti di:

  1. CARICO INTERNO
  2. CARICO ESTERNO
  3. CICLI D’ALLENAMENTO
  4. DURATA
  5. INTENSITA’
  6. QUALITA’
  7. QUANTITA’
  8. DENSITA’
  9. RECUPERO

Se non conosci o non hai controllo su questi aspetti fondamentali dell’allenamento…, non potrai mai progammare i tu0i work out e difficilmente raggiungerai gli obiettivi estetici, di salute e di performance che ti sei posto….

E’ per questo motivo che ho deciso di creare qualcosa che mai nessuno ha fatto prima, qualcosa di unico che permetta agli appassionati di allenamento o di fitness, o semplicemente a tutti coloro che stanno cercando una soluzione DEFINITIVA ai propri problemi di sovrappeso, ipotonia muscolare, rigidità articolare, muscolare ecc…

Ho dato vita ad un corso dal vivo per non addetti ai lavori che si chiama CreAttività Sempre Fitness! CreAttività è un corso dal vivo di 4 giorni dove ti fornisco tutti gli strumenti necessari per gestire in modo COMPLETAMENTE AUTONOMO i tuoi allenamenti, la tua alimentazione PIANIFICANDO ogni dettaglio per riuscire a costruire “la tua casa”…..

Data la sua unicità e la sua veste innovativa.., mi risulta difficile spiegare in che cosa consiste “Creattività Sempre Fitness!” Ho chiesto quindi a chi vi ha già partecipato di raccontare cosa è significato per loro… Dai un’occhiata qui sotto 😉

Questo è solo un assaggio di CreAttività Sempre Fitness e, se vuoi saperne di più…, devi semplicemente Cliccare Qui , accedere alla pagina di presentazione al seminario e scoprire la promozione in corso. 😉

Inizia a PROGETTARE la tua vita, PIANIFICA i tuoi obiettivi in ambito fisico e dimentica la FRUSTRAZIONE che hai in questo momento, perchè non sei ancora riuscito  ad ottenere il corpo che desideri! 🙂

Spero di incontrarti personalmente al corso! 😉

Ciao a presto e buon allenamento! 😀

 

 

Quando si parla di allenamento si pensa subito a muscoli caldi, cuori che battono a “perdifiato” e fiumi di sudore! Certo sono pensieri leciti e coerenti, ma non ci si ferma mai a pensare che prima di “mettersi in movimento” è fondamentale avere la CONSAPEVOLEZZA di ciò che si sta facendo, avere un PROGETTO chiaro da portare avanti, per raggiungere con CERTEZZA i propri obiettivi in ambito fisico. Insomma, bisogna educare il cervello prima di “mettersi in moto”.., altrimenti il rischio di fallimento è veramente MOLTO ALTO!

Ecco, proprio di CONSAPEVOLEZZA e di PROGETTI ho parlato al mio corso dal vivo INTELLIGENZA MOTORIA! 😀 Domenica scorsa si è conclusa la prima edizione e ti devo confidare che ci siamo divertiti un sacco!!! 😀 😀

In due giorni ho potuto trattare tutti gli argomenti “hot” del mondo del fitness e dell’allenamento, concentrandomi soprattutto sul dimagrimento e la tonificazione. Ho potuto smontare ogni dubbio e “falso mito” riguardante questi due macro argomenti della mia professione trattando di composizione corporea, il ruolo della genetica, metodiche d’allenamento per il dimagrimento, per la tonificazione, quali integratori possono essere utili, quali inutili, quali pericolosi… C’è stato spazio anche per l’elettrostimolazione, le pedane vibrati, le creme snellenti, le tute dimagranti, diete ultrarapide, metabolismi energetici….

Ecco cosa è “arrivato” di tutto ciò ad alcuni partecipanti!

Barbara Sepali

Barbara Sepali INTELLIGENZA MOTORIA

 

 

 

 

 

“Con il corso INTELLIGENZA MOTORIA  Marco è riuscito ad aprirmi un mondo…., un nuovo mondo! Marco è riuscito a sfatare tante convinzioni che le varie pubblicità provano a farti credere…., o meglio provavano a farmi credere.. 😀 .

La partecipazione al corso è stata indispensabile per capire veramente cosa fare per dimagrire e tonificare e sfatare tutti i “falsi miti”!

Ora ho capito quello che è giusto fare, ho capito che alcune cose che stavo facendo erano cose INUTILI, adatte solo a mettermi la coscienza a posto… “

 

Monica Pasello

Monica Pasello INTELLIGENZA MOTORIA

 

 

 

 

 

La cosa che mi sono portata a casa partecipando al corso INTELLIGENZA MOTORIA è che, sbagliando, ho sempre pensato che fosse sufficiente “fare movimento”. In realtà ogni obiettivo, che sia dimagrire, tonificare o altro, ha una sua precisa STRATEGIA per arrivare al successo.

Poi Marco ha sfatato veramente un sacco di “falsi miti” che credo siano nel pensiero comune della maggior parte delle persone.

Lo consiglierei a chi tiene alla propria salute, non ha tempo da “perdere” in attività, magari anche faticose ed intense, ma che non sono coerenti con il risultato che vuole ottenere.

Credo ci siano poche persone preparate come Marco e il suo approccio semplice ed esperienziale aiuterebbe chiunque a fare movimento senza che questo diventi un peso (parlo di persone, come me, MOLTO PIGRE E SEDENTARIE).

Ti ringrazio per l’impegno e la professionalità che metti nel tuo lavoro e per tutto quello che mi hai trasferito”

 

Laura Notari

LAURA NOTARI intelligenza motoria

 

 

 

 

 

 

 

 

“Ho conosciuto Marco grazie al caso; un modo come un altro di definire il web surfing.

Ci sentiamo, lo incontro, mi piace. E’ in grado di farti percepire la sua empatia. Persona dal piglio serio, ma anche scherzoso (sa metterti a tuo agio) e con un’indiscussa profonda conoscenza della sua materia.

Marco è un personal trainer o ancor meglio, un educatore motorio e per questo insegna le basi per far sì che l’attività motoria divenga una costante di vita, come svegliarsi, mangiare, dormire e muo-ver-si!

Inizio ad allenarmi con lui e dopo qualche lezione di Personal Training mi propone di partecipare ad un corso che terrà di lì a breve: “Intelligenza Motoria”.

Sabato si da “il via alle danze”, ambientazione curata, puntualità e cortesia contraddistinguono l’impegno di Marco e Cristina la sua affidabilissima assistente che si occupa di analisi della composizione corporea.

Il fulcro, “the main subject”, delle due giornate sono le verità sul dimagrimento, sulla tonificazione, lo sfatare i luoghi comuni, i falsi miti legati al “facilmente” di cui siamo spesso preda perché, diciamola tutta, a chi piace far fatica? A pochi eletti!!! Insomma un concentrato di tante nozioni che spesso si ‘crede’ di conoscere dalle infarinature fuorvianti forniteci dai Media.

Marco nella sua indiscussa disinvoltura colloquiale parla di  un concentrato di tante nozioni base, tante piccole perle di saggezza per dare un’idea di cosa si può fare con una buona CONSAPEVOLEZZA del proprio corpo; perle per capire come dimagrire a chi lo necessita e come allenare un fisico riuscendo a fare a meno, volendo, delle Palestre, considerando che comunque non vi si è mai veramente seguiti. Una metodologia per renderci autonomi.

Ha qualcosa di “diritto” Marco Caggiati, il suo stile di vita, il suo modus operandi, la tenuta delle spalle, la schiena verticale di chi ha resistito invece di piegarsi al sistema! Resta eretto e guarda avanti, al suo obiettivo: il benessere delle persone.

Cos’ha di bello? Che non tiene nulla per sé. Non come quei PT che ti dicono ‘fammi quest’esercizio’ e vigliacco se ti spiegano perché te lo stanno facendo fare, … timorosi che si possa a fare a meno di loro. Marco questo non lo fa di certo! Anzi, diffonde i “segreti del benessere” e nel contempo è in grado di accattivarsi chi il suo supporto lo vuole eccome!!

Ho indubbiamente imparato tanto. Tante nozioni che, malgrado il mio indiscusso interesse verso questa materia, non sono di facile reperibilità per un “non addetto ai lavori”, servirebbe tempo e letture e tanto web surfing… ma chi ha tempo al giorno d’oggi!!

Questi due giorni mi hanno permesso di capire come migliorare le mie performances, come tonificarmi, come dimagrire e le tempistiche per farlo in salute. Ha sfatato tanti miti ed ha creato un’unica serie di “miti” indiscussi: volontà, progettualità, costanza, gradualità, coerenza equilibrio e tanta tanta motivazione.

Ringrazio quindi Marco e Cristina per le bellissime giornate, e un applauso speciale a Marco che mi ha davvero soddisfatta con la sua esperienza e la sua dialettica.

Ciao alla prossima. Laura”

Da parte mia cosa posso aggiungere di altro…?!!?! 😀 Posso solo dirti che mi sono divertito tanto e ho dato anima e corpo per trasferire in modo semplice ed incisivo alcuni temi che ritengo DOGMI che ogni appassionato di allenamento e fitness dovrebbe conoscere…, quelle cose che andrebbero imparate a scuola ma che non vengono insegnate… 🙁 !

E dopo aver creato CONSAPEVOLEZZA…, dopo aver appreso COSA bisogna fare per raggiungere i propri ambiti risultati….., ora è arrivato il momento di passare all’AZIONE, è arrivato il momento di capire il COME con il corso FULL IMMERSION CreaAttività,  per imparare come allenarti, come prendere in mano i tuoi allenamenti, la tua alimentazione e diventare finalmente INDIPENDENTE prendendo possesso di tutte le nozioni pratiche su come gestire la programmazione dei tuoi work out! CreAttività è il modo per dire definitivamente addio a palestre, personal trainers, fantomatici attrezzi, diete assurde ed inutili integratori alimentari!

Per concludere, ho da porti una domanda:

Ma non sei stanco di dannarti per raggiungere i tuoi obiettivi e trovarti sempre al “PUNTO DI PARTENZA”?!?!??!?!!

Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi..? 😉

Ciao al prossimo articolo!

Scopri di più sul mio corso CreAttività cliccando qui! 😉

 

Ti ricordi di Martina…? Come no??!?!? Martina è una persona fantastica, una mia cliente di 20 anni che ha iniziato ad allenarsi con me ad Aprile 2013 con con l’obiettivo di dimagrire! O meglio…, tecnicamente stiamo perseguendo un obiettivo mirato al dimagrimento, ma il “titolo” del suo programma è “salvamilavita”! Da Maggio 2013 ad oggi sono passati circa 10 mesi e oggi voglio darti resoconto dei successi che stiamo ottenendo! 😀

Non so se ti “ho gia detto” che Martina è una persona fantastica… 😀 (non vorrei mai se ne dimenticasse :-D) e sta mettendo in campo tutto ciò che serve per raggiungere un obiettivo altamente sfidante soprattutto per quanto concerne l’aspetto emotivo e psicologico. A Maggio i kg da perdere erano 70…, la bilancia segnava 130 Kg per un’altezza di 163 cm.

Ieri è accaduta una cosa epocale per Martina, per la prima volta nella sua vita da adulta è scesa sotto i 100 Kg, per la prima volta si è lasciata alle spalle la “Tripla Cifra”!!!!!!! 😀 😀 :-D. All’ultimo controllo la bilancia ha segnato infatti 99,3 Kg! Non puoi immaginare quanto mi abbbia reso felice e gratificato aver raggiunto questo importante obiettivo! 😀

Ancora -4 Kg e saremo a metà strada rispetto ai 70 Kg previsti per raggiungere il peso fisiologico di Martina (che si assesta vicino ai 65Kg)!

L’aspetto tecnicamente più entusiasmante del percorso di dimagrimento di Martina è la perdita di peso UNICAMENTE a carico della massa grassa, senza perdere UNA K/cal di metabolismo basale! 😀 Questo grande risultato rispecchia il grande impegno e la costanza di Martina nel seguire i miei allenamenti e l’alimentazione pensata per lei.

Ora voglio condividere con te un po’ di “numeri” per farti capire l’entità del lavoro fatto da Martina.

Ecco in parallelo le differenza di composizione corporea tra il primo esame iniziale (17/4/2013) della composizione corporea e l’ultimo  fatto in data 12/02/2014.

INIZIALE 17/04/2013              ULTIMO 12/02/2014                 DIFFERENZIALE

PESO Kg 130,1                            Kg 99,3                                      –  30.8 Kg

Met. Basale 1643 K/cal            1643 K/cal                                0 k/cal

BMI 49                                          37,4                                            – 11,6 (la soglia che delimita l’obesità dal sovrappeso è 25)

CIRC.BRACCIO CM  47,7         CM 38,7                                     – 9 Cm

CIRC. COSCIA CM 82,2            CM 68,7                                     – 13,5 Cm

CIRC. VITA CM 117,5                 CM 100                                     – 17,5 Cm

CIRC. FIANCHI CM 142,2        CM 121                                      – 21,2 Cm

CIRC. ADDOME CM 142           CM 121                                      – 21 Cm

PLICA ADDOM.  MM 40,2        MM 25,3                                  – 14,9 Mm

PLICA SOVRAIL. MM 28,2       MM 14,3                                   – 13,9 Mm

PLICA TRICIP.     MM 30,6       MM 18                                      – 12,6 Mm

Qui sotto puoi apprezzare l’andamento praticamente parallelo del calo di peso (la linea rossa) in relazione alla diminuzione di massa grassa (la linea verde). Per un non tecnico questa “cosa” potrebbe sembrare ovvia…, ma ti assicuro che non lo è assolutamente! Grossi cali ponderali lasciano “sul campo” anche grandi quantità di massa muscolare (riduzione del metabolimo basale) predisponendo l’organismo al tristemente noto effetto “yo-yo” (riprendere massa grassa molto velocemente e con gli “interessi”). Le tecniche d’allenamento da seguire per ottenere risultati come questi non sono difficili.., se sai dove “mettere le mani” e sono parte fondamentale degli argomenti che tratto nel mio corso “INTELLIGENZA MOTORIA!

 

Che dire…., Martina sta facendo un ottimo lavoro e sono fiero di lei! Inizio già a pregustarmi il giorno in cui andremo a fare shopping insieme per cambiare tutto il guardaroba estivo!!! 🙂 Anche se non mi piace fare shopping…., nemme quando lo faccio per me…, mi godrò la luce negli occhi di Martina quando si guarderà allo specchio e vedrà una ragazza nuova, felice di affrontare una vita nuova! 😀 😀 😀

La strada fatta è tanta e ci aspetta altrettanto cammino…e dato che l’entusiasmo e la motivazione a fare meglio non sono mai abbastanza ora ti ti chiedo un piacere. Martina leggerà sicuramente questo mio resoconto condiviso con i lettori del blog.., quindi lascia un commento, scrivi qualche parola d’incoraggiamento, anche un semplice BRAVA CONTINUA COSI’! 😀 Facciamo sentire a Martina quanto è stata SPECIALE fino ad ora! 😀 Grazie

L’industria del Fitness e dell’allenamento è sempre alla ricerca di invenzioni e trovate per accaparrarsi l’interesse degli operatori del settore e dei clienti finali.

Ogni anno vengono lanciate “novità” che, almeno sulla carta, rivoluzioneranno il modo di allenarsi. Oggi voglio parlarti proprio di una di queste novita’: il Miha Bodytec.

Si tratta di un elettrostimolatore fatto “a tuta” o meglio di un corpetto “elettrificato”, quattro fasce da posizionare su cosce e braccia e una più grande da mettere sui glutei. La “tuta” che vedi nell’immagine è semplicemente una maglietta e un paio di pantaloncini che si indossano per motivi igienici.

Qualche settimana fa mi è arrivata una mail da parte dell’importatore italiano (il brevetto è tedesco) del Miha Bodytec per presentarmi il prodotto.

Devi sapere che l’elettrostimolazione è una delle mie “specializzazioni”, o meglio lo era, in quanto non la utilizzo più da anni. Ho scritto la mia “tesina” di  laurea (uno scritto collaterale alla tesi che si faceva “ai miei tempi” all’I.S.E.F) sull’elettrostimolazione e l’ho usata in ambito di tonificazione ad inizio carriera.

Mi hanno proposto una prova della “tuta” presso il mio Studio e dato che sono curioso come una scimmia….., ho accettato volentieri perchè prima di parlare di una cosa…, la devo conoscere bene…. 😉 .

 

 

La “tuta” è nata per ovviare ad uno dei principali difetti dell’allenamento con elettrostimolatore “tradizionale”, che necessita di una marea di tempo per poter stimolare tutta la muscolatura (per sapere di  più su “pregi e difetti” dell’allenamento con l’elettrostimolatore, leggi questi miei articoli). Inoltre si prefigge di ovviare anche al problema della mancanza di interazione con il sistema nervoso. Caratteristica della contrazione ottenuta con l’elettrostimolazione è quella di bypassare l’input proveniente dal cervello. La corrente che passa tra i muscoli genera dei “potenziali d’azione” che danno il “la” alla contrazione muscolare. Il risultato che si ottiene è un muscolo forte, ma”stupido”, che non è “cresciuto” insieme a tutto l’apparato neuromuscolare.

Una “tuta elettrificata” serve per associare ad una contrazione volontaria, anche quella generata dall’impulso elettrico (si può fare anche con un elettrostimolatore normale, ma ci vorrebbe molto più tempo). La grossa innovazione dovrebbe stare nella possibilità di fare un allenamento intenso ed efficace in pochi minuti (2o min).

Detto ciò…, è arrivato il momento di “indossare la tuta” e dirti cosa ne penso……

Come tutti gli elettrostimolatori convenzionali “la tuta” ha diversi programmi precostituiti e ha la possibilità di personalizzare i protocolli di lavoro. Sono previsti tre programmi: tonificazione, aerobico/anticellulite e rilassamento.

Io li ho provati tutti e tre…

Per quanto riguarda il programma di tonificazione le contrazioni muscolari indotte dall’apparecchio non mi sono sembrate “generalizzate” come mi aspettavo……… Il campo elettrico generato dagli elettrodi non riesce a prendere tutta la muscolatura target…, ho sentito tanto la muscolatura limitrofa agli elettrodi.., decisamente meno quella distante….

La contrazione muscolare ottenuta con l’elettrostimolatore è mediamente fastidiosa, in alcuni punti dolorosa…., quanto quella già provata con apparrecchi “convenzionali”.  Se nel caso di un elettrostimolatore “standard” c’è la possibilità di spostare gli elettrodi in modo millimetrico…., in questo caso non si può…, gli elettrodi sono vincolati al gilet…. (croce e delizia di questo apparecchio).

L’allenamento consiste nel mantenimento di posizioni  statiche (isometriche) per 6 secondi durante la fase di contrazione alternati ad altri 6 secondi durante i quali l’apparecchio manda impulsi idonei al “rilassamento”.

Provo diverse posizioni isometriche sotto consiglio dell’operatore e mi faccio un’idea di massima “dell’oggetto”..

Poi provo la modalità “aerobica/anticellulite” con stimoli elettrici intermittenti durante i quali si fanno esercizi tipo corsa sul posto o similari (movimenti classici della ginnastica “aerobica” che si usano abitualmente nelle lezioni di gruppo). Mi sembra una roba nemmeno da prendere in considerazione…….

Dulcis in fundo…, il rilassamento…….. Hai presente come ci si può rilassare con uno che ti punzecchia i muscoli generando contrazioni involontarie che ti fanno camminare per la stanza senza il tuo permesso…..? Ecco…, questo è quanto….. 😀 . Diciamo che ho un’idea di rilassamento diversa………… 😀 .

CONCLUSIONI

Dopo averlo provato…….. ora eccoti un po’ di “pensieri” scaturiti da quest’esperienza…….

1. Per gli amanti dell’elettrostimolazione la “tuta elettrica” è un oggetto molto interessante…., soprattutto per coloro che hanno impedimenti articolari che impediscano il movimento.

2. La natura ci ha dato già tutto quello che serve per ottenere il meglio dal nostro corpo…, non ha bisogno di nessuna invenzione dell’uomo….

3. L’utilizzo della “tuta” come di qualsiasi altro elettrostimolatore non ti permette di ottenere risultati che non puoi ottenere senza…

4. La “tuta” viene “venduta” come un modo per allenarsi “per pigri e sfaticati” che in poco tempo vogliono ottenere risultati…(il solito miraggio….).  Senza nessuna fatica dovresti ottenere una miriade di benefici come: ipertrofia muscolare, riduzione grasso corporeo, miglioramento della velocità, dell’agilità, riduzione cellulite, migliora l’umore e la motivazione ecc.. Tutti citati nella brochure pubblicitaria…. L’elettrostimolazione, perché sia efficace, deve raggiungere livelli d’intensità della contrazione muscolare tali da generare fatica e un minimo di “sofferenza”….. Non è possibile ottenere risultati senza fatica………., che sia generata esternamente o meno………

A proposito di tempo…………., la nostra fisiologia ha bisogno dei suoi tempi…….e nessun essere umano li può abbreviare…….. Alcuni adattamenti hanno bisogno di tempi lunghi…, è inutile cercare di “fregare” la natura………… 😉 .

5. L’allenamento proposto non è nemmeno paragonabile a ciò che si potrebbe fare senza “lo scafandro” addosso che inevitabilmente limita i movimenti in maniera importante…..

6. Non so se tutta la corrente generata faccia bene.., lo dico così senza nessuno studio scientifico che possa avvalorare la mia tesi…. Posso solo dirti che nelle ore successive l’allenamento fatto con la “tuta” ero come frastornato come se mi avessero centrifugato il cervello.. C’è da dire che io sono particolarmente sensibile ed ho un mio equilibrio sensoriale che è facile turbare………… Mi ricordo ancora la nausea provata dopo qualche minuto di allenamento con la pedana vibrante…………… 🙁 . Un conto è elettrostimolare un gruppo muscolare…, un’altro tutto il corpo… Non so……, a me ha dato fastidio, certamente sono una “mosca bianca”……

Questo è quanto…………, almeno per oggi… 😉 .

Ciao a presto al prossimo post! 😉 Se vuoi approfondire l’argomento, lascia un commento, sarò felice di risponderti!!! 😀

P.s.: se vuoi imparare ad allenarti veramente in piena libertà, senza attezzi, scoprire i miei “trucchi del mestire” e prendere in mano definitivamente le redini del tuo allenamento……, dai un’occhiata qui! 😉

 

 

 

Il 27 di Maggio ho pubblicato un articolo in cui ti ho raccontato l’inizio dell’allenamento di Martina, una mia giovane cliente che aveva circa 7o Kg di massa grassa da perdere ed oggi voglio aggiornati sui risultati che sta ottenendo.

Prima di entrare in un mero contesto numerico voglio dire una cosa: io AMO questa ragazza!! 😀 Sai perchè..? Perchè ha una grandissima paura di fallire, di non riuscire a perdere tutto quel peso…., pensa di non esserne in grado, pensa che prima o poi “qualcosa” le impedisca di continuare il suo cammino!!! Quando condividiamo queste “paure” , da un lato mi arrabbio, dall’altro mi scappa da ridere, perchè non concepisco perchè una persona che quotidianamente si allena ed alimenta correttamente debba “impazzire” e tornare a fare gli stessi errori che l’hanno portata a soffrire d’obesità!??!!?!?!??!

Certo che per me è facile…, perchè mi alleno e mi alimento correttamente praticamente da sempre……e raggiungere gli obiettivi che mi prefiggo è naturale.., a prescindere dalla difficoltà reale o presunta…., anzi più l’obiettivo è sfidante e più sono motivato….

Per Martina non è la stessa cosa però, perchè, fino ad ora, ha avuto solo esperienze fallimentari che hanno radicato in lei la credenza che la sua vita debba essere sempre così e la sua sofferenza non possa avere fine…. Come non capirla quindi….., molto probabilmente penserei  le stesse cose anch’io…

Però Martina è brava, molto brava, è la persona in sovrappeso con l’attitudine a perseguire gli obiettivi migliore che io abbia mai seguito ed i risultati che sta ottenendo sono direttamente proporzionali…!!! 😀 Se “non credere” produce questi risultati…, allora che non creda ancora…, ma sotto sotto…, lo so, lo sento…, Martina inizia a crederci e come….!!!! 😀 😀 Lo leggo nei suoi occhi….

E’ arrivato il momento di “godere”, di darti qualche numero che decreta in maniera inopinabile il successo di Martina, nessuno glielo può togliere, nemmeno se stessa!!!! 😀

Martina ad oggi è cambiata in questo modo:

Kg: – 17,2 kg

Circonferenza addome: – 14 Cm

Circonferenza vita: – 9 Cm

Circonferenza coscia: – 9 Cm

Circonferenza fianchi: -12,8 Cm

Circonferenza braccio: – 4,1 Cm

Plica Tricipitale: – 6,7 mm

Plica Sovrailiaca: -4,3 mm

Plica Addominale: – 11,6 mm

Questi sono risultati fantastici e sono frutto della determinazione e della forza di volontà di Martina che si sta avvicinando a “velocità smodata” 🙂 al suo obiettivo!

Ora Martina è in vacanza e dovrà allenarsi da sola per 3 settimane, in un posto diverso da quello che ormai ha associato al suo cammino di dimagrimento… L’aspetta un “esame di maturità”! Le tentazioni saranno tante, l’ozio, gli aperitivi con gli amici, le notti passate a divertirsi, le cene…, saranno grandi “banchi di prova”… Sono certo che Martina passerà con punteggio pieno la sua prova! Martina dovrà allenarsi 6 giorni su 7 impegnandosi in allenamenti di più di 1 ora con il caldo e l’umidità che stanno ancora togliendo il fiato, dovrà continuare a mangiare 5 volte al giorno rispettando tempi, quantità e qualità del cibo!

Penso che a Martina farebbe piacere ricevere anche il tuo supporto………, lasciagli un commento…, sono certo che le farà piacere!! 🙂

Per oggi è tutto! Ciao a presto al prossimo post!

P.s.: sono rimasti solo pochi posti per la prossima data del mio corso dal vivo CreAttività Sempre Fitness, non perdere questa occasione! 😉

 

dimagrimento

 

Oggi voglio raccontarti una “storia” che racconta di allenamento, dimagrimento e determinazione  Ti voglio raccontare una storia vera che sto vivendo con una mia giovane cliente. Da circa un mese sto seguendo Martina una ragazza di 20 anni che si è rivolta a me per trovare una soluzione ai suoi problemi di sovrappeso o meglio di obesità.

Martina ha circa 70 kg di massa grassa in eccesso ed è in sovrappeso fin da quando era una bambina. Prima di incontrarmi ha provato diversi approcci basati unicamente sulla restrizione alimentare che hanno portato a perdite di peso nell’ordine dei 10 kg che sono sempre stati facilmente riacquisiti.

Il 17 di Aprile 2013 abbiamo dato “il via” ad un progetto alimentare, motorio ed educativo che la porterà nell’arco di 2 anni a pesare circa 60 Kg in meno………

Un progetto della durata di 2 anni…., fa paura….., spaventerebbe anche il più motivato dei “motivati”…….ma, d’altronde, non ci si può “nascondere dietro ad un dito”….

Come ho condiviso con Martina…, 70 kg in eccesso non si accumulano in qualche mese…, ma in anni di cattive abitudini alimentari e motorie…e non si può pretendere di risolvere il problema in poco tempo…. Inattività ed alimentazione fuori controllo producono danni devastanti…..

Martina si allena tutti i giorni, quattro dei quali con me, e sta seguendo un programma alimentare impostato soprattutto sull’educazione alimentare, nessuna privazione “assoluta”, nessuna “bevanda magica”, nessun integratore, nessuna pillola miracolosa…

Martina sta “solamente” riprendendo possesso del suo corpo e sta imparando a mangiare……, niente di IPERBOLICO……

A distanza di un mese Martina ha perso 4 Kg di puro grasso, ha innalzato il suo metabolismo e dato nuova vita al suo corpo…

Se potessi avere la “bacchetta magica” per replicare le azioni e i comportamenti di Martina in questo mese….., potrei firmare un assegno in bianco a chiunque e scommettere sulla buona riuscita del progetto!! 🙂

Infatti, in progetti di questo tipo, l’aspetto tecnico ed alimentare sono “facili” (se sai cosa devi fare e come farlo..)…., l’aspetto difficile è rappresentato dall’emotività legata a ciò che rappresenta perdere 70 kg….

Un obiettivo a lungo termine è difficile da tenere bene in mente e la voglia di abbandonare “la nave” è sempre presente…

La “trappola” è dietro l’angolo ogni giorno ed in ogni dove…. La pigrizia e la stanchezza che ti sussurrano nell’orecchio: “oggi non allenarti, tanto non succede niente, tanto ti allenerai anche domani….”, oppure l’amica che ti invita a mangiare con lei una bella pasta ripiena di crema……oppure il frigorifero che ti “chiama” in un momento di difficoltà emotiva…..

Per dire di no a queste “sirene tentatrici” ci vuole una determinazione di ferro ed una grande lucidità!

E’ bene sottolineare che “uno sgarro” ogni tanto non è assolutamente deleterio e responsabile del mancato raggiungimento di un obiettivo…., come sanno bene i partecipanti al mio corso CreAttività Sempre Fitness, ciò che fa la “differenza” è la media delle azioni che si fanno nell’arco di una settimana, mese, anni, vita……. se fai azioni “buone” otterrai risultati buoni se, invece, fai azioni “nocive”, avrai risultati cattivi…., molto semplice…, sulla carta….

Non è facile però essere così equilibrati….. e la pigrizia e le abbuffate sono perfide tentatrici… Uno “sgarro” tira l’altro…

E’ capitato almeno una volta a tutti nella vita di trovarsi in un momento di stress, da soli, magari davanti alla televisione dopo cena, davanti ad un alimento ipercalorico particolarmente gradito (esempio classico è la Nutella…. 🙂 ) . Il primo pensiero che ti balena in mente è: “dai, ne mangio solo un cucchiaino perchè mi piace molto e mi fa stare bene, solo un cucchiaino, poi basta perchè ho già mangiato e di più sarebbe troppo….” 😀 .

Poi…, come se tu fossi attratto da una forza invisibile ed invincibile…, dopo il 1° cucchiaino…, arriva il 2°, poi il 3° e poi arriva “magicamente” anche una fetta di pane……. 🙁 !!!! Il piccolo “sgarro” diventa un’abbuffata di un alimento ad alto contenuto calorico che va a finire per direttissima nei tuoi fianchi o sulla tua pancia……. 🙁

Il giorno dopo…., il senso di colpa è ancora vivo e tutto procede bene…, niente sgarri…… Dopo 3 giorni il senso di colpa…, non c’è più e se “la vita” ti propone un altra giornata “stressante”…, di fronte al barattolo della “Nutella”, probabilmente il tuo cervello elaborerà questo pensiero: “l’altro giorno ho sgarrato…, però sono stato bravo fino a quel momento…., quindi un altro sgarro no potrà farmi tanto male…, da domani torno “in riga””.

Ragionamenti di questo tipo sono all’ordine del giorno per una persona in sovrappeso…..

Facilmente lo “sgarro” può diventare routine…….

Allo stesso tempo una “buona azione” ripetuta nel tempo può diventare una buona abitudine… 😉

Per concludere voglio dire a Martina alcune cose…:

1° In questo primo mese sei stata FANTASTICA! 😀 Sei stata un esempio di determinazione!!

2° Ciò che hai fatto questo mese ha dimostrato a te e a tutti quelli che ti stanno vicino che, se vuoi, puoi…..

3° Lo so che 4 kg sono solo una piccola frazione dei 60kg che devi perdere…, ma ricordati che per correre una maratona…., bisogna “solamente” mettere un passo davanti all’altro…. Pensa ogni giorno a quel passo, a quella buona azione che deve diventare una buona abitudine.. Focalizza la tua mente su ciò che di buono devi fare oggi e vedrai che il domani sarà sereno e pieno di soddisfazioni…

Allo stesso tempo ricordati che arriveranno anche le giornate buie…, quando la tua determinazione vacillerà e ti farà “rovinare a terra”… In quei momenti.., non dovrai essere troppo dura con te…, cascare fa parte della vita…, cascare è la vita…, e nella tua nuova vita non puoi imparare senza farti “qualche crosta”. Se cascherai dovrai rialzarti in piedi, ricominciare a camminare ed andare avanti….

4° Io mi immagino già la tua faccia quando ti accompagnerò a cambiare il tuo guardaroba perchè tutto ti sarà diventato tremendamente largo!!!! 😀 Sarà uno spasso… Però non confidare in me per la scelta dei vestiti perchè sono notoriamente un “antimoda”……… 😀

5° Per diventare una persona magra…., devi incominciare a pensare come una persona magra……

6° Non vedo l’ora che tu faccia il 2° controllo…., per vedere quanto ancora sei migliorata!!! 😀

7° Mi fai morire dal ridere tutte le volte che mi guardi con espressione incredula ogni volta che ti porpongo un esercizio che ritieni impossibile da fare…., e puntualmente riesci a farlo…. 😀 😀 😀

Ciao Martina, ci vediamo domani in Studio da me 😉

 

 

allenamento sauna

 

Ma la sauna ed il bango turco fanno dimagrire…?!!? Ecco una delle domande che ogni tanto affiorano “a galla” e mi vengono chieste tramite il blog in merito all’allenamento che bisogna fare per dimagrire.

Sul Web si trovano pareri discordanti e vorrei fare un po’ di chiarezza sull’argomento….. 🙂 !

Sia la sauna che il bagno turco, anche se tramite due processi differenti, si basano sul principio dell’ipertermia che obbliga l’organismo a espellere liquido (sudore) per raffreddare la temperatura corporea.

Con il sudore…, se ne va anche qualche cellula di grasso……..? Purtroppo no…, il grasso se ne rimane dov’è saldamente stivato…. Qundi sauna e bango turco fanno sudare, quindi fanno diminuire il peso corporeo, che non significa che fanno dimagrire (dimagrimento = riduzione della massa grassa)…

Quindi ecco “svelato l’arcano”! 🙂 In molti siti vengono “reclamizzati” sauna e bagno turco come “metodi” per dimagrire….., in realtà non si può parlare di dimagrimento, ma di “calo di peso”… (dovuto alla quantità di liquidi eliminati con il sudore….), che viene recuperato immediatamente dopo avere reintegrato i liquidi persi (dopo aver bevuto qualche bicchiere d’acqua…)!

Inoltre bisogna ricordare (anche se penso siano veramente in pochi a non saperlo) che il sudore non è “grasso che cola” 🙂 e che è composto prevalentemente da acqua, sali minerali (sodio, potassio, cloro ed altri), urea e prodotti di scarto (tossine) ed è il modo principale che abbiamo per dissipare calore in eccesso ed espellere le tossine.

Sottoporsi a sauna e bagno turco risulta essere benefico per l’eliminazione delle tossine, favorire l’espulsione di liquidi (ridurre la ritenzione idrica), abbassare la pressione arteriosa (soprattutto la sauna) e generare un piacevole stato di rilassamento post trattamento.

Voglio sottolineare che tutti i benefici che ti ho appena espoto sono ottenibili anche durante e successivamente l’allenamento, quindi per un soggetto che si allena abitualmente l’utilizzo di sauna e bagno turco risulta essere non inutile, ma ininfluente sul suo stato di forma fisica e benessere.

Prendiamo ad esempio ciò che accade durante una corsa:

1- la temperatura corporea aumenta e inizia la sudorazione

2- con il sudore si eliminano tossine

3- l’adattamento del sistema circolatorio alla corsa costante (fatta con regolarità) e prolungata (più di 30 minuti per allenamento) comporta un’abbassamento della pressione arteriosa a riposo (l’abbassamento della pressione in sauna e bagno turco è transitorio e dovuto esclusivamente al calore. Un soggetto iperteso diventa momentaneamente normoteso…, ma dopo qualche minuto/ora dopo essere uscito dalla sauna o dal bagno turco torna ad essere iperteso…. 🙂 ).

4- L’allenamento genera produzione di endorfine (sostanze simili alla morfina) che generano rilassamento e uno stato di calma.

Infine, fare attività motoria permette di ottenere altri ulteriori benefici impossibili da ottenere grazie al bagno turco o alla sauna……. 😉

Per oggi è tutto… e se ti viene voglia di sudare………., mettiti le tue scarpe da ginnastica e fatti una corsetta…. 😉 !

Vuoi scoprire veramente tutto ciò che bisogna fare per dimagrire e ciò che è completamente inutile come la Sauna e il Bagno Turco…? Clicca Qui 😉

Ciao a presto 😀

 

 

 

corsa a digiuno

La corsa è una delle discipline di tipo “aerobico” che viene utilizzata maggiormente come allenamento per ottenere il dimagrimento.

In tanti mi chiedono quanti minuti devono correre, a quali frequenze cardiache e a che velocità! Se il tuo obiettivo è il dimagrimento, oggi voglio rivelarti un semplice “segreto” per ottimizzare i tuoi sforzi e raggiungere più velocemente la tua meta!

La lipolisi aerobica (l’utilizzo dei grassi di deposito come combustibile durante l’allenamento) è un argomento abbastanza controverso nel mondo del fitness e della preparazione atletica.

Fin dai tempi dell’università ho letto pareri discordanti sull’argomento. Chi affermava che occorrono 20 minuti per innescare la lipolisi, chi 35 minuti, chi almeno 40 e chi oltre 1 ora e 15 minuti……. Tra 20 minuti e 1 ora e 15 c’è una bella differenza……..!!!

Si fa fatica a capire a chi credere…..

Il mio professore di “teoria e metodologia” fu molto preciso in merito e mi disse:

“la lipolisi si innesca in maniera preponderante dopo 1 ora, 1 ora e 20 minuti di attività svolta a bassa intensità”

Tutto ciò, “tradotto”, significa che inizi ad utilizzare in maniera preponderante il grasso di deposito (quello stivato nella pancia, nei fianchi, sulle cosce ecc…) dopo che cammini o corri (dipende dalla condizione atletica) per più di 1 ora….

Per spiegarti ancora meglio “il principio” occorre che ti metta a conoscenza di quali “combustibili” utilizziamo per riuscire a correre…

Fai finta di possedere una macchina che ha 3 serbatoi (invece di uno solamente) che contengono 3 differenti combustibili.

1° Serbatoio

Nel 1° serbatoio (il più piccolo) è contenuto del carburante molto infiammabile ed esplosivo (come la nitroglicerina) e ti permette di fare partenze brucianti al semaforo che durano circa 10 secondi (sistema cosiddetto ATP+PC o dei Fosfati).

2° Serbatoio

Nel 2° serbatoio (nettamente più grande rispetto al 1°, ma ridotto rispetto al 3°) è contenuto un carburante meno esplosivo (la benzina), che ti permette di proseguire a velocità molto sostenuta con la tua macchina per alcuni minuti (si chiama sistema della glicolisi anaerobica e utilizza come substrato energetico gli zuccheri).

3° Serbatoio

Nel 3° ed ultimo serbatoio (il più grande) è contenuta una miscela di carburanti (zuccheri e grassi) che vengono utilizzati per percorrenze molto lunghe (anche molte ore se reintegrati) ad una velocità medio-bassa. A seconda della velocità di percorrenza vengono utilizzati maggiormente gli zuccheri o i grassi. Se la velocità è “elevata” si utilizzano in percentuale maggiore gli zuccheri, se invece è minore si utilizzano maggiormente i grassi. Questo almeno “sulla carta”……

Da queste nuove conoscenze puoi dedurre che per utilizzare i grassi di deposito come combustibile occorre che siano presenti 3 condizioni:

1- Fare un’attività di tipo “ciclico” (come corsa, cammino, ciclismo, nuoto, canottaggio, pattinaggio ecc..)

2- Ad un’intensità medio bassa (tra il 60 ed il 75% della tua riserva di massima frequenza cardiaca teorica)

3- Prolungata nel tempo (io , e il mio professore dell’università 🙂 , ti consigliamo di fare più di 1 ora, l’ideale sarebbe 1 ora e 30, 1 ora e 40 minuti in quanto i 40 minuti di cammino/corsa dopo la prima ora sono decisamente più “dimagranti” rispetto alla prima ora.).

Bene, acquisiti i presupposti ora ti spiego perché, per dimagrire, è intelligente correre/camminare a digiuno.

Dato che durante una corsa di bassa intensità si utilizza il 3° serbatoio (grassi e zuccheri) e che gli zuccheri (sotto forma di zuccheri disciolti nel sangue, glicogeno stivato nei muscoli e nel fegato) vengono utilizzati come carburante primario ( a prescindere dalla velocità), in quanto i grassi di deposito sono di vitale importanza per la sopravvivenza, in caso di digiuno prolungato (rappresentano una riserva d’emergenza del nostro organismo…., ed è il motivo per il quale si accumulano così facilmente e si perdono così difficilmente…. 🙂 ) fare attività di blanda intensità a digiuno permette di utilizzare i grassi prima “del tempo” .

Infatti gli zuccheri ingeriti durante la cena vengono utilizzati per la sopravvivenza dell’organismo durante la notte, quindi il giorno successivo, al risveglio, gli zuccheri nel sangue non sono presenti in grandi quantità, quindi l’esaurimento del glicogeno muscolare ed epatico è più rapido.

Ecco svelato il “perché” è intelligente correre a digiuno…… :-D, si vanno ad intaccare prima le riserve di grasso sottocutaneo, attivando precocemente la lipolisi aerobica.

E’ opportuno sottolineare che l’unica attività da fare a digiuno (alla mattina al risveglio) è quella a bassa intensità. Fare un allenamento consistente in corse corte e veloci (come per esempio 5 km corsi al massimo delle proprie capacità oppure un allenamento fatto di ripetute sui 1000 metri) è inutile, estremamente faticoso e controproducente.

Per oggi è tutto, ciao a presto e buon allenamento!

Se vuoi approfondire l’argomento non esitare a lasciarmi un commento, sarò felice di risponderti! 🙂

Subscribe to Allenamento Fitness


Video & Audio Comments are proudly powered by Riffly